venerdì 20 luglio 2012

Tagliatelle con radicchio e tonno




Con un po' di ritardo, ma...Abbiamo finito evviva!! Mia figlia ha finito gli esami di maturità e anche noi genitori possiamo tirare un sospiro di sollievo.
Lo stress in questi ultimi giorni aveva raggiuto proporzioni cosmiche (si fa per dire)..
In questo ultimo anno mi sono rifatta una cultura scolastica, che si era un po’ addormentata circa trent’anni fa... praticamente alla mia maturità ma ora so di nuovo tutto sul programma di storia, filosofia, italiano, latino, matematica da brivido! Il programma dello scientifico per me è impenetrabile!!!
Insomma ha finito e con un ottimo risultato e ora potrà avere un po’ di meritato riposo…
Per lei ho preparato questo piatto che è uno dei suoi preferiti.


Ingredienti per 3 persone:

180 gr di tagliatelle rigate
200 gr di tonno (ho usato tonno all’olio di oliva)
1 rametto di rosmarino
2 scalogni
1 limone 
1 cespo di radicchio rosso 
2 cucchiai di olio di oliva
pepe 
sale

Procedimento:

Lavare le foglie di radicchio rosso, tenendone da parte alcune fra quelle più grandi e asciugarle. Tritare finemente gli scalogni, insieme alla buccia del limone. Mettere in una padella un filo d’olio e fare appassire gli scalogni e la scorzetta del limone, aggiungere il succo di limone e mezzo bicchiere di acqua calda. Salare,  pepare e cuocere a fiamma vivace per 5 minuti finchè tutto il liquido è evaporato; unire il tonno sbriciolato e sgocciolato e il radicchio, lasciando insaporire per qualche minuto, tenendolo mescolato. 
Cuocere le tagliatelle in abbondante acqua salata; scolatele e lasciatele insaporire nella padella con il soffritto  per alcuni minuti. Trasferire la pasta in ciotole rivestite con le foglie di radicchio tenute da parte.

venerdì 13 luglio 2012

Torta alla ricotta con cioccolato




Ok, credo che le foto di questa torta parlino da sole:) scherzi a parte, il doppio strato cremoso è assolutamente irresistibile, viene l'acquolina in bocca solo al pensiero!
Ringrazio di cuore Mariangela per avermi permesso di assaggiare questa delizia, e mi scuso con Paolo se da quando ho aperto il blog non ha più un attimo di pace...!!!!




Ingredienti:

4 hg  di farina
150 gr di burro
150 di zucchero
3 uova (2 interi + 1 tuorlo)
1 bustina di lievito
1 bustina di vanillina

Per la crema:

500 gr di ricotta
180 gr di zucchero
5 uova (solo tuorli)

Per la copertura:

200 gr di cioccolato fondente
10 gr di burro

Impastare tutti gli ingredienti dell'impasto base, stenderlo in una teglia di diametro 26-27 cm,  meglio se a cerniera, lasciando i bordi un po’ alti.  Stendere la crema di ricotta dopo aver amalgamato bene prima lo zucchero con i tuorli e per ultimo la ricotta. Infornare a 180 gradi per 35 minuti. Togliere quindi la torta dalla teglia e mentre questa è ancora tiepida  ricoprirla con il cioccolato, dopo averlo fatto  sciogliere in un tegamino con due cucchiai di acqua il burro.















mercoledì 11 luglio 2012

Medaglioni di carne con salsina verde



Vivo ormai da 12 anni in provincia di Reggio Emilia, ma continuo a lavorare a Parma, città dove sono nata. E’ una città carina, vivibile, non molto grande, dove le tantissime biciclette sono le padrone della strada. Arrivo con l’auto alle porte della città e qui la lascio per usare la bicicletta con cui mi reco al lavoro che si trova dalla parte opposta di Parma. Al mattino al mio arrivo, Parma è ancora un po’ addormentata, ma è bellissimo attraversarla, ormai è tempo di ferie, e la città si sta pian piano svuotando... il centro storico è quasi deserto, solo pochi pedoni,  qualche auto e qualche ciclista che come me l’attraversano lentamente.
A me Parma piace così, mi sembra di tornare piccola, quando effettivamente le macchine erano poche e quando le vedevi passare rimanevi affascinata a guardarle.


Ingredienti:

8 fettine di vitello
2 uova
un mazzetto di cicorino
prezzemolo
cetriolini e capperi sott’aceto
filetti d’acciuga
aceto bianco
100 gr. di olio d’oliva
pangrattato
farina
sale
olio


Procedimento:
Battere bene le fettine di carne, passarle nelle uova sbattute e nella farina, quindi ripassarle di nuovo nell’uovo e poi nel pangrattato. Con un tagliapasta rotondo  formare dei medaglioni tutti uguali (io ho usato un bicchiere un po’ grande).
A questo punto friggere i medaglioni in abbondante olio caldo.
A parte preparare una salsina frullando alla massima velocità un grosso ciuffo di prezzemolo, 1 cucchiaio di capperi,  3 – 4 filetti di acciuga, un pizzico di sale, un cucchiaio di aceto e l' olio (non ho usato olio e.v.o. per non appesantire troppo la salsa).
Sistemare i medaglioni nel piatto da portata, cospargerli con un filo di salsa e  sistemare nel centro il cicorino tagliato a listarelle fini.
Riporre la salsa rimasta in una ciotolina da portare in tavola.

lunedì 9 luglio 2012

Finocchi e porri gratinati




Quando si vogliono fare troppo cose in una volta sola...! A volte succede che a momenti di assoluta apatia si associno momenti di assoluta dinamicità, come ieri sera...stavo giusto preparando per cena i finocchi gratinati dal blog di Simona "dolci peccati di gola" dove si trova la ricetta originale, una ricetta che mi ha colpito perché facile, estiva, poco calorica e soprattutto perché in questo periodo mi piace spolverare tutte le verdure con il pane grattugiato, una mania, come mi dicono in casa.
Peccato che una volta preparati e acceso il fuoco, improvvisamente abbia deciso di andare a raccogliere le cipolle nell’orto, Lilly intanto reclamava il suo cibo serale e mia figlia ritornava proprio in quel momento da una giornata di studio in vista dell’orale all’esame di maturità ... e allora ??! direte voi ... Eh, la morale è stato il ritorno in cucina, poveri finocchi!
Già che fine avevano fatto i finocchi? Molto gratinati per non dire bruciati! Sopra erano perfetti ma sotto………!
Ho salvato il salvabile…diciamo che erano fortemente gratinati!
Nonostante questo erano buoni e sono stati graditi, prometto che la prossima volta resterò in cucina a sorvegliarli!

Ingredienti:

per 3 persone
2 finocchi non molto grandi
un porro
1/2 di cipolla
parmigiano abbondante
pan grattato
prezzemolo
sale - olio




Procedimento:

Tagliare a fettine sottili i finocchi dopo averli ben lavati. In una pentola rosolare con l'olio la cipolla tagliata a fettine (possibilmente rossa) insieme al porro lavato e tagliato a rondelle.
Soffriggere per qualche minuto, quindi aggiungere i finocchi, salare, unire una manciata di pan grattato e lasciare cuocere per 15 minuti circa con il coperchio e a fuoco vivo per i primi minuti, quindi abbassare la fiamma, e completare la cottura. 
Cospargere con abbondante parmigiano ed eventualmente con prezzemolo tritato. Le verdure devono rimanere un po’ croccanti.

domenica 8 luglio 2012

Scaloppine con verdura e fontina




Ho trovato questa ricetta su una rivista, mi ha subito colpito, perché la foto riassumeva l’estate, proponendo in un solo piatto una notevole varietà di verdure.

La proposta di oggi è un piatto unico, veloce e semplice da preparare. E’ molto saporito, profumato e colorato,
L’ho subito preparata perché ne sono rimasta incantata, è fresca ed estiva e inoltre non sapevo dove sbattere la testa per la cena….
Non richiede un grande impiego ai fornelli, per fortuna, perchè oggi non avevo una gran voglia di faticare (purtroppo vado un po’ a giorni).
Dato il caldo sembra di essere caduti in un girone dell’Inferno, Caronte se ne è appena andato, ma è già in arrivo Minosse che dal nome non sembra promettere nulla di buono..
Chi avrà voglia di mettersi accanto ai fornelli?!


le patate sono state condite con aceto balsamico.
Ingredienti per 4 persone:

4 fettine di tacchino
40 gr di farina
50 gr di carota
50 gr di zucchina
50 gr di porro
100 gr di pomodoro
olio 40 gr circa
aglio 1 spicchio
2-3 foglie di basilico
pepe sale
4 fettine di fontina

Procedimento:



Disporre le scaloppine tra due fogli di carta forno e batterle leggermente; lavare e pulire bene le carote, eliminare i semi dai pomodori e le radici dal  porro, quindi ridurre tutte le verdure a striscioline di circa 5 cm di lunghezza, infine sbucciare l’aglio.
In una padella mettere un filo di olio, unire lo spicchio di aglio, lasciare insaporire per circa un minuto quindi unire le verdure ad eccezione dei pomodori, mescolando con un cucchiaio di legno. Lasciare insaporire per 10 minuti a fuoco basso mescolando ogni tanto.
Unire il pomodoro tagliato a striscioline, condire con sale e pepe e aggiungere il basilico tagliato finemente, lasciare quindi cuocere ancora per cinque minuti.

Salare e pepare le scaloppine quindi infarinarle togliendo la farina in eccesso.
Versare un filo d’olio in una seconda padella che possa andare in forno.  Far cuocere le scaloppine lasciandole rosolare da entrambe le parti per 4 – 5 minuti.
Disporre le verdure sulle scaloppine e coprirle con la fontina a fettine.
Passare le scaloppine sotto il grill 2 minuti in modo che la fontina si possa sciogliere.











martedì 3 luglio 2012

Tagliatelle con zucchine e mozzarella






Mio marito odia le zucchine. Odia soprattutto la pasta con le zucchine. Sembrava un problema insormontabile fino a quando non ho provato ad aggiungere un po' di tenera mozzarella filante al mio solito soffritto per condire la pasta. E' bastato unire del pan grattato e alcuni aromi freschi come prezzemolo e basilico per dare alle tagliatelle un tocco estivo.




Ingredienti per tre persone:

200 gr di tagliatelle
1 zucchina di medie dimensioni
1 spicchio di aglio
1 foglia di basilico
pane grattato
1 - 2 fette di mozzarella 
1 noce di burro
parmigiano reggiano grattugiato
sale e pepe
prezzemolo tritato

Procedimento:

Tagliare la zucchina a rondelle, farla rosolare a fuoco medio in una padella con un filo di olio, una spolverata di pane grattugiato e uno spicchio d'aglio tritato; abbassare il fuoco e spezzettare una fetta o due di mozzarella direttamente nella padella.  Aggiungere una foglia di basilico, salare e pepare poco, tenere ben mescolato per amalgamare bene le fette di mozzarella.
Far cuocere le tagliatelle in abbondante acqua salata, scolarle e saltarle per alcuni minuti nella padella insieme al soffritto, aggiungendo formaggio grana, un pezzetto di burro e una spolverata di prezzemolo.