domenica 26 agosto 2012

Torta di Federico






Gli unici momenti in cui sono tranquilla è il fine settimana, dove finalmente riesco a rilassarmi e cosa c’ è di più bello che mettersi in cucina… quello è il mio posto, il luogo dove mi rassereno, dove riesco a farmi passare tutte le paturnie della settimana.

In questi giorni siamo di nuovo soli io e mio marito, Marty, nostra figlia è al mare con l'ospite....  effettivamente ci sentiamo un po' soli, l’unica a fare confusione è Lilly, che gira per casa con una vecchia calza in bocca, la lascia le abbaia contro, la riprende ritorna a girare con la sua calza...

La torta di oggi ha un sapore particolare è piena di vecchi ricordi! L'ho chiamata Torta di Federico.
Federico era un bimbo di tre anni e io lavoravo come educatrice nel'asilo nido che lui frequentava e la sua mamma la preparava per noi educatrici,  nel tempo ci ha dato la ricetta e io ho continuato a farla...

Ingredienti:

per la frolla:

3oo gr di farina
150 gr di burro
125 gr di burro
1 uovo intero più un tuorlo
1 pizzico di sale
1 bustina di lievito "pane degli angeli"

Per la crema:
2 cucchiai di fecola
2 bicchieri di latte
70 gr di burro
la scorza grattugiata di un limone biologico
2 cucchiai di zucchero
il succo di un limone
1 uovo intero più un tuorlo





Intridere il burro con lo zucchero, quindi unire la farina, le uova, un pizzico di sale e per ultimo il lievito. Lavorare velocemente, quindi mettere l'impasto per 1/2 in frigorifero avvolto nella pellicola trasparente.
Nel frattempo preparare la crema unendo a freddo, in una casseruola, la fecola, il latte, il burro, lo zucchero e la scorza del limone.
Fare cuocere a fuoco molto basso,  tenendo sempre mescolato, fino al bollore.
Lasciare raffreddare quindi aggiungere un uovo intero e un tuorlo mescolando fino a che non siano bene incorporati, per ultimo aggiungere il succo di un limone.
Riprendere la pasta e dividerla in due parti.
Con una parte rivestire la teglia foderata, con carta forno, punzecchiare con una forchetta, quindi versare la crema, livellare, con l’altra parte formare un disco per ricoprirla. Sigillare bene le due parti e  mettere nel forno preriscaldato a 180 gradi per 15 minuti, abbassare a 170°  per altri 15,  fino  a doratura della pasta.



Volendo è possibile ricoprire di zucchero a velo e scaglie di mandorle.


sabato 25 agosto 2012

Crocchette di patate








Ingredienti:

700 gr di patate
200 gr di pane casereccio
2- 3  filetti di acciughe sott’olio
1 cucchiaio di capperi
un ciuffetto di prezzemolo
2 spicchi di aglio
3 cucchiai di olio e.v.o.
sale



Procedimento:

Lessare le patate e passarle nello schiacciapatate, dopo averle lasciate raffreddare, unire dopo averli tritati, un ciuffetto di prezzemolo, uno spicchio di aglio, i capperi, i filetti di acciuga.
A questo punto aggiungere i tre cucchiai di olio e una presa di sale quindi amalgamare bene.
Prendere il pane casereccio e tagliarlo a fette, infornare per 9 – 10 minuti a 200 gradi.
Sfornare, strofinare le fette con uno spicchio di aglio e condirle con un filo d’olio, quindi lasciarle raffreddare.
Frullare nel mixer le fette di pane, si ottiene così un pan grattato condito.
Con il composto di patate formare delle palline grandi quanto una noce,  passarle nel pangrattato condito e servire.  Si possono calcolare 3 crocchette per ciascun commensale.





venerdì 24 agosto 2012

Polpettone di tonno

In questi giorni di caldo torrido l’idea di andare al supermercato non mi passava proprio per la testa, ho deciso quindi di utilizzare le riserve che avevo in dispensa. Qui ho visto il vasetto di tonno  e mi è venuta l’ispirazione!
Con il tonno, pensavo di preparare un piatto freddo, ma che nello stesso tempo ci stuzzicasse l’appetito.
Stavo giusto preparando questo piatto che arriva un’ospite… che chiaramente si fermerà a cena!!!
Bene, speriamo che gli piaccia quello che sto cucinando!

L'ospite "mano svelta" suo malgrado è stato beccato in flagranza di reato....








Una ricetta semplice e veloce

Ingredienti per 4 persone:

200 gr di tonno sott’olio
3 cucchiai di Parmigiano - Reggiano grattugiato
2 uova
sale – pepe
olio di oliva
aceto di mele

Procedimento:

Sgocciolare bene il tonno dall’olio, quindi porlo nel mixer e ridurlo velocemente a purea, unire 3 cucchiai di Parmigiano Reggiano grattugiato e le due uva intere.
Stendere la purea di tonno su di un foglio di carta da forno o di alluminio, dandogli la forma di un salamotto, legarlo con spago da cucina, per evitare l’apertura durante la cottura.
Mettere a cuocere in una pentola d’acqua bollente per 15 minuti.
Togliere dall’acqua il polpettone e lasciare raffreddare, quindi affettare.
In una ciotolina emulsionare 2 cucchiai di aceto di mele e 4 cucchiai di olio di oliva, quindi versare l’emulsione goccia a goccia sulle fette di polpettone, cospargere con un pizzico di sale e una spolverata di pepe.
Servire il polpettone su un letto di tenere insalatine, accompagnandolo con il condimento preparato.












giovedì 23 agosto 2012

Baci di dama




Ingredienti: 

150 gr di farina
150 gr di burro
150 gr di mandorle pelate
100 g di zucchero
qualche goccia di aroma alla vaniglia 
un pizzico di sale

per la farcitura:

cioccolato bianco
cioccolato fondente
marmellata di pere
marmellata di albicocche







Procedimento:

Ridurre con il mixer le mandorle a farina, unire lo zucchero e frullare insieme (questo procedimento serve per fare assorbire l'olio delle mandorle).
In una ciotola amalgamare il burro con la farina, aggiungere le mandorle tritate finemente, l'aroma di vaniglia, la presina di sale, quindi amalgamate il tutto fino ad ottenere un impasto uniforme.
Avvolgere il tutto con la carta trasparente e lasciare riposare in frigorifero per circa un'ora.
Trascorso questo tempo prendete l'impasto e formate delle palline grandi quanto una nocciola e disponetele su una placca da forno dopo averla foderata con carta forno,  schiacciandole in modo che la base sia appiattita.
Infornare a 150 gradi per circa 15-20 minuti e controllando ogni tanto - le cupolette devono essere dorate.
Togliere i baci dal forno e lasciare raffreddare.
Sciogliere a bagno maria 6 quadretti di cioccolato fondente e passare quindi i dolcetti nel cioccolato fondente con la parte piatta, unire un altro biscotto in modo che aderiscano fra di loro,  disporre i dolcetti su di un vassoio e lasciare raffreddare definitivamente, in modo che il cioccolato indurisca. I baci di dama si possono conservare in una biscottiera per alcuni giorni.
Personalmente ho fatto alcune varianti la prima riguarda l'impasto, a una piccola parte ho aggiunto un po' di cioccolato in polvere, (nella foto risultano più scuri), mentre per quanto riguarda la farcitura, ho usato alcune marmellate e anche il cioccolato bianco, il risultato è stato strepitoso!






venerdì 17 agosto 2012

Crostata di mandarini



Direttamente dalla Sicilia mi sono arrivati alcuni vasetti di marmellata di mandarini, preparati per me da Lia, una mia cara amica che sa quanto mi piace questa marmellata perché quando sono da lei  mangio solo quella, da tanto è squisita.
Un vasetto mi è servito proprio per preparare questa semplice crostata!

Ingredienti:

300 gr. di farina
150 gr. di burro
150 di zucchero
2 uova intere
aroma di mandorle
1 pizzico di sale

marmellata di mandarini
10 amaretti sbriciolati finemente



Procedimento:
Formare la frolla unendo tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto omogeneo, da porre in frigorifero avvolto nella pellicola trasparente per circa un'ora. Trascorso questo tempo, stendere la frolla nella teglia rivestita di carta da forno (tenendo da parte una piccola parte per fare la griglia sulla crostata).
Ricoprire la base di marmellata di mandarini, cospargerla con gli amaretti tritati e con le striscie decorative da posizionare sulla crostata.
Cuocere infine a 160-170  gradi per  20 - 25 minuti, fino a cottura completa della torta.
Una volta raffreddata, si può  spolverizzare il dolce con lo zucchero a velo.







sabato 11 agosto 2012

Gandulein -liquore di semi di mela-





Ci sono voluti ben sei mesi di raccolta per poter fare questo liquore ed è stato veramente estenuante...
L'anno scorso ero stata in un ristorante che alla fine della cena ci aveva proposto come digestivo proprio questo liquore; la proprietaria ci aveva spiegato che veniva preparato da una signora del paese con i semi di mela.
L'assaggio è stato veramente folgorante tanto che mi sono detta "devo assolutamente trovare la ricetta".
Dopo diversi tentativi l'ho trovata in una vecchissima agenda che risale all'anno 1955, agenda che ogni giorno proponeva una ricetta.
Recuperare cento grammi di semi di mela è stata un'impresa a dir poco faraonica, sembra che non abbiano peso... ho allertato così tutti i miei amici,  minacciandoli di non invitarli più a cena...
Ma alla fine ci siamo riusciti!!!



Ingredienti:

100 gr  di semi di mela
300 gr di alcool a 95 gradi
300 gr di zucchero
1/2 litro di acqua

Procedimento:

Versare 300 gr di alcool in una bottiglia con il collo molto grande e man mano si procede nella raccolta dei semi, metterli  nell'alcool, dopo averli pesati.
La raccolta è durata 6 mesi... lasciare macerare altri due mesi i semi, quindi preparare uno sciroppo facendo scaldare in un pentolino l'acqua con lo zucchero, fino a che lo zucchero non si è sciolto.
Infine versare lo sciroppo nell'alcool e lasciare riposare altri due mesi, al buio e agitando ogni tanto la bottiglia. Il liquore va servito freddo.

giovedì 9 agosto 2012

Marmellata di pere







Personalmente amo tutte le marmellate, specie quelle fatte in casa a cui proprio non so resistere...Già da alcuni giorni il nostro vicino di casa, che ha nel giardino un pero, continua a portarmi cesti di dolcissima frutta... sono buonissime, quindi ho pensato di trasformale in un'ottima marmellata.

Ingredienti:

1 kg di pere mature
½ bicchiere di grappa bianca
500 gr di zucchero
Succo di 1 limone biologico
½ mela

Procedimento:

Lavare, pelare e tagliare a pezzetti le pere.
Mettere la frutta a cuocere con lo zucchero in una casseruola, lasciare cuocere a fuoco basso per circa un’ora tenendo mescolato,  quindi aggiungere la grappa, il succo del limone e la mela. Con il mixer ridurre un po' la composta.
Fare cuocere per un’altra ora sempre a fuoco basso e tenendo sempre  mescolato. Lasciare sul fuoco finchè la marmellata non si è ben addensata.







Farfalle al forno con verdure




Tempo di preparazione: 35 minuti

Ingredienti per tre persone:

220 gr di farfalle
220 gr di besciamella
150 gr di catalogna pulita
100 gr di carote pulite
100 gr di porro pulito
Pan grattato
Olio di oliva
Parmigiano reggiano

Procedimento:

Preparare la besciamella con 22 gr di burro, 22 gr di farina e 220 gr di latte tiepido.  Dopo averla preparata, aggiungere una spolverata di noce moscata e un cucchiaio di formaggio parmigiano reggiano grattato.

Grattugiare le carote dopo averle ben pulite con la grattugia a fori larghi, tagliare a listarelle la catalogna e il porro a rondelle sottili.

Cuocere in una pentola di acqua bollente e salata le farfalle; dopo due minuti aggiungere il porro, dopo altri due minuti la catalogna e le carote.

Cuocere per altri 5 minuti poi scolare la pasta al dente con tutte le verdure, condirla con una noce di burro e con la besciamella, tenendone un po' da parte.

Ungere una pirofila con un po’ di burro, cospargere il fondo con il cucchiaio di besciamella tenuto da parte, spolverizzare di pan grattato, riempire con la pasta e cospargere di formaggio parmigiano reggiano. Infornare a 200 gradi per 10 – 12 minuti a forno già caldo, fino al formarsi di una crosticina croccante.





domenica 5 agosto 2012

Crostata di ricotta


Ho voglia di ferie, ormai sono sfinita non ce la faccio proprio più,  in queste ultime settimane, anche se le temperature si erano un pò abbassate e si stava un po’ meglio, non avevo voglia di fare nulla, mi sono ridotta a mangiare a pranzo solo panini.
Non solo io, ma tutta la famiglia, va avanti con formaggi, verdure, formaggi, verdure, tutti ormai sono stanchi di queste soluzioni, tutti, tranne me.
Fatene voi da mangiare! ho detto l’altra sera, per me va bene qualsiasi cosa! Tengo a precisare che noi mangiamo insieme solo nei fine settimana e alla sera, causa il mio lavoro, ma è stato un appello inutile, perché mi hanno risposto <va beh! allora fai te!>
Poi l’altra sera è arrivato un ospite inatteso!!!
Questa è la crostata che ho preparato…

Ingredienti  per la frolla:

300 gr di  farina
150 gr di zucchero
150 di burro
5 amaretti sbriciolati finemente
scorza di 1/2  limone
un pizzico di sale
2 uova intere

Per il ripieno:

400 gr di ricotta romana
100 gr di zucchero (se volete il ripieno più dolce è possibile aumentare la quantità di zucchero)
2 uova intere
1/2 bicchiere di rum
50 gr di uvetta
1 fialetta di aroma al limone
zucchero a velo per decorare



Procedimento:

Formare la frolla unendo tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto ben omogeneo, da porre in frigorifero avvolto nella pellicola trasparente per circa un'ora. Trascorso questo tempo, stendere la frolla nella teglia rivestita di carta da forno (tenendo da parte una piccola parte per fare la griglia sulla crostata).
Ricoprire la pasta  con la carta da forno e riempirla di riso o di ceci cuocerla in bianco.
L'impasto va in forno per 20 minuti a 170 gradi.
Nel frattempo unire tutti gli ingredienti del ripieno.e versarli nella base quando si è raffreddata.
Coi ritagli di frolla creare le striscie decorative da posizionare sulla crostata.
Cuocere infine a 180 gradi per altri 20 - 25 minuti, fino a cottura completa della torta.
Una volta raffreddato, spolverizzare il dolce con lo zucchero a velo.