domenica 22 maggio 2016

Torta soffice di limone




Ultimamente ho un po perso di vista il blog, ma quando c'è bel tempo amo starmene in giardino a trafficare, tanto più che ancora non c'è tanto caldo ne tanto meno ci sono zanzare...
Purtroppo appena arriverà il caldo sarà quasi impossibile restarci perchè le zanzare non ti lasciano lavorare e il caldo farà il resto, vale la pena farlo ora quando ancora è possibile.
Vi voglio presentare questa torta che ho preparato ieri sera dopo il lavoro in giardino, un dolce ottimo e facile da realizzare, magari in compagnia dei nostri bambini, soffice e molto profumato, da gustare a colazione o per merenda..
Il suo gusto fresco e delicato la rende perfetta per essere  consumata anche durante i caldi pomeriggi estivi.


Ingredienti:

2 uova
150 gr di Farina 00
120 gr di zucchero
70 gr di burro ammorbidito
70 gr di latte intero
il succo di un limone biologico
1 pizzico di sale
1 bustina di lievito per dolci



per la crema al limone:

2 uova
30 gr di farina
40 gr di zucchero
250 ml di latte
il succo di 1 limone




Procedimento:

In una ciotola, con le fruste elettriche, lavorate uova e zucchero, poi aggiungete il burro precedentemente ammorbidito, il latte, il succo del limone, un pizzico di sale, per finire la farina e la bustina di lievito. Versate il composto in uno stampo diam. 24 cm. e infornate a 170° per circa 30 minuti. 

Per la crema:

In una casseruola unite uova, zucchero, farina, latte e succo di limone, con le fruste elettriche lavorate il composto per qualche minuto. Portate sul fuoco a fiamma bassa e sempre mescolando, fate cuocere, finché la crema non si sarà addensata. Lasciate raffreddare la crema a temperatura ambiente. 
Dividete la torta in due dischi, quindi stendete la crema sul disco di base e ricomponete la torta con l'altro disco.



domenica 8 maggio 2016

Torta di mandorle alla crema d'arancia




Sebbene in ritardo, anche quest'anno Lia mi ha inviato direttamente dalla Sicilia, arance, mandarini e numerosi vasetti di un'ottima marmellata di mandarini, la solita... quella di cui non sono ancora riuscita ad avere la ricetta.
Per la festa della mamma ho preparato questa torta, a base di arance, per utilizzare subito la mia scorta, la ricetta l'avevo individuata da un po' di tempo ma non ero ancora riuscita a realizzarla...
E' una torta farcita con una profumatissima crema a base di succo di arancia, ideale per terminare il pranzo della domenica o per festeggiare.

"Le notizie del piccolo uccellino le troverete in fondo alla pagina"





Ingredienti:

300 gr di farina 00
300 gr di mandorle sgusciate
220 gr di zucchero
150 gr di burro
150 di fecola
5 uova
3 cucchiai di rum
1 bustina di lievito
il succo di un'arancia

per la farcitura:

150 gr di burro
100 gr di mascarpone
70 gr di zucchero
3 arance
1 bicchierino di rum
2 cucchiai di zucchero velo




Procedimento:

Frullate le mandorle, con il mixer con un cucchiaio di zucchero tolto dai 220 gr, senza ridurle completamente in polvere.
Lavorate i tuorli e lo zucchero rimasto fino ad ottenere una crema chiara e spumosa.
Mescolate alla crema di tuorli le mandorle macinate e il rum. Unite il burro sciolto a bagnomaria e il succo dell'arancia.
Mescolate alla crema la farina setacciata alla fecola e alla bustina di lievito.
Montate a neve ben ferma gli albumi con un pizzico di sale e cuocete in forno statico, già caldo, per circa 30-35 minuti. Sfornate la torta e fatela raffreddare sulla gratella.





Intanto preparate la farcitura:
Lavate le 2 arance ricavandone il succo, e dall'arancia rimasta grattugiatene la scorza.
Fate sciogliere il burro a bagno maria, unite lo zucchero e fatelo sciogliere. Togliete dal fuoco e amalgamate il mascarpone con una frusta e montatelo fino a farlo diventare cremoso. aggiungete alcuni cucchiai di succo d'arancia e metà rum, coprite e posizionate in frigorifero.

Tagliate la torta in due dischi uguali, mescolate il succo delle arance al rum rimasto e spennellateli sui dischi di torta. 
Spalmate il disco di base con la crema e adagiatevi sopra il secondo disco.
Cospargete di zucchero velo e per decorazione utilizzate l'arancia rimasta dopo averla tagliate a fettine.





"Frullina"



"Frullina" così l'abbiamo chiamata per il suo modo di scuotersi, è ritornata in libertà!!! 
Mercoledì mattina le sue condizioni erano nettamente migliorate e alcuni segnali ci hanno fatto capire che il suo stato di salute era buono, l'unico problema era l'occhietto, che probabilmente, causa la caduta dal nostro tetto, era ancora chiuso e gonfio.
La sua libertà è stata quindi rimandata al giorno successivo, intanto mio marito ha preparato un piccolo posatoio, per aiutarla a raggiungere i suoi genitori, che lei ogni volta che la portavo fuori chiamava di continuo.
E così giovedì di prima mattina è ritornata libera, dopo un primo attimo di smarrimento, ha raggiunto la siepe che ci separa dalla strada e ha iniziato subito a chiamare i genitori, infatti gli uccellini anche se manipolati dagli esseri umani, vengono riconosciuti dal richiamo e non dal loro odore.
Loro sono arrivati quasi subito.... noi abbiamo assistito da un piccolo finestrino, per non farci vedere,  e nel giro di poco, l'hanno convinta a raggiungere il nido sul tetto a poca distanza dalla siepe. 
E qui finisce la nostra avventura, perchè i nati in questi ultimi periodi sono stati tanti, per cui non siamo più in grado di individuarla.... ma siamo sicuri che non è più ricaduta dal tetto.
Buona fortuna "Frullina!








mercoledì 4 maggio 2016

Gratin di fusilli integrali con funghi, piselli e prosciutto cotto


E' arrivato un piccolo ospite..
Ieri mentre scuotevo la tovaglia, dopo aver mangiato, l'ho trovato per terra, probabilmente caduto dal nido, sembrava ormai passato a miglior vita... ma quando l'ho raccolto ha aperto gli occhi e mi ha guardato...
Si tratta di un piccolo merlo, ormai completamente piumato, che ancora non sa volare, è ferito ad un occhio e non sa mangiare da solo.
Dopo averlo medicato, nutrito e messo in un nido provvisorio, le sue condizioni sembrano leggermente migliorate. 
Questa mattina direi che si è ripreso quasi completamente, l'unico problema rimane l'occhio, che questa mattina riesce a tenere aperto ed è meno gonfio, è morbidissimo e tenerissimo.....
Questa è la pasta di ieri, ottima sotto tutti i punti di vista, colorata, leggera e dal gusto delicato non resta che provarla!!!





Ingredienti per 4 persone:

350 gr di fusilli integrali
150 gr di prosciutto cotto
120 gr di funghi champignon
o in alternativa 30 gr di funghi secchi
1 porro grande
1 mazzetto di prezzemolo
100 gr di pomodori datterini
100 gr di piselli 
5 cucchiai di olio E.V.O.
4 cucchiai di parmigiano grattugiato
10 gr di burro
sale e pepe






Procedimento:

Se utilizzate gli champignon, puliteli e tagliateli a pezzetti, se utilizzate i funghi secchi, metteteli in ammollo nell'acqua, strizzateli e rosolateli in un tegame con 3 cucchiai di olio e 1/2 porro tagliato a rondelle.
Fate appassire in un secondo tegame con i rimanenti due cucchiai di olio E.V.O. il pezzo di porro rimasto e tagliato a rondelle. 
Dividete il prosciutto cotto a listarelle, pulite i datterini e tagliateli in 4 parti e metteteli a rosolare nel tegame, insieme ai piselli.
Aggiungete un pizzico di sale e di pepe e lasciate cuocere per circa 15 - 20 minuti.
A cottura ultimata unite i funghi e il prezzemolo, lavato, asciugato e tritato.
Cuocete la pasta al dente, scolatela e conditela con 1/3 del composto preparato, parte del prosciutto cotto e un po' di Parmigiano.
Versate in una pirofila leggermente imburrata metà della pasta, distribuitevi sopra una parte del composto e del prosciutto e cospargete con un po' di parmigiano.
Coprite con la restante pasta e ripetete gli strati nello stesso ordine.
Mettete a gratinare nel forno già caldo a 200 gradi per 10 minuti e servite in tavola.





domenica 1 maggio 2016

Torta di mele con mascarpone



I dolci che preferisco in assoluto sono quelli di mele, ne mangerei senza mai fermarmi, forse per questo motivo provo e sperimento tutte le versioni che mi passano per le mani, questa che vi propongo è con il mascarpone nell’impasto, che la rende morbidissima e così evito di aggiungere olio o burro.
Come tutte le torte di mele anche questa è facile e veloce e c’è una buon equilibrio tra mele e mascarpone che la rende leggera e molto morbida.
Dato che, anche questo fine settimana è all’insegna del brutto tempo, non mi resta altro se non preparare questo dolce per la colazione delle prossima settimana.



Ingredienti:

4 uova
250 gr di farina
250 gr di mascarpone
180 gr di zucchero
cannella un pizzico
4 mele golden di medie dimensioni
un pizzico di sale
1 bustina di lievito per dolci
succo di un limone




Procedimento:

Sbucciate e tagliate le mele a pezzetti, mettetele in una ciotola e irrorate di succo di limone per non farle annerire.
Montate a lungo le uova con lo zucchero fino a farlo diventare un composto chiaro e spumoso.
Aggiungete piano piano il mascarpone al composto con l'aiuto delle fruste, aggiungete la farina setacciata insieme alla cannella e al lievito per dolci e amalgamate per bene.
Unite le mele a pezzetti, e versate il tutto in una teglia diam. 27 e posizionate in forno già caldo a 170 gradi in modalità "statico" per circa 40 minuti. Prima di sfornare verificate la cottura con lo stecchino.
Una volta raffreddata cospargete la torta di mele e mascarpone con zucchero a velo oppure cannella a vostro piacere.