domenica 31 luglio 2016

Torta al cioccolato con more e lamponi

Correva l'anno 1956, un giorno caldissimo, ore 12,30... e sono arrivata io...  sono ormai passati sessant'anni da quel giorno, sessant'anni, ma dove li avrò messi? 
Tutti volevano che mi chiamassi Caterina... alla fine la scelta è caduta su Flora, devo dire che all'inizio non ne  ero molto entusiasta, ma col tempo mi ci sono abituata!
Quest'anno abbiamo festeggiato qualche giorno dopo  a causa di una indisposizione del consorte che proprio in quel giorno aveva 39 di febbre,,, l'importante è che tutto si sia risolto per il meglio!!!
Che dire della torta che mi sono preparata per festeggiare... una vera bontà, non ci sono parole per descrivere un dolce così!!!



Ingredienti per la base:
300 g di farina
4 uova
250 gr di latte
2 bustine di vanillina
1 bustina di lievito per dolci
200 g di burro
150 g di zucchero
un pizzico di sale
50 gr di cioccolato in polvere


per la crema:
220 gr di panna
350 gr di mascarpone
2 bustine di vanillina
80 gr di zucchero
un pizzico di cannella in polvere
100 gr di lamponi
100 gr di more




Procedimento:

Versate nel mixer il burro ammorbidito e lo zucchero, la vanillina e un pizzico di sale, azionate il mixer per alcuni minuti, fino ad ottenere una crema, quindi unite le uova, uno alla volta, di seguito il latte, il cioccolato in polvere, per ultimo la farina setacciata al lievito, azionate il mixer e amalgamate bene tutti gli ingredienti.
Versate il composto in una teglia a cerniera (diam. 27 cm.) e posizionate in forno preriscaldato a 170 gradi, modalità ventilata, per c.a. 30-35 minuti. 
Controllate la cottura del dolce con lo stecchino e lasciate raffreddare.
Posizionate il dolce su una gratella, quindi con un coltello tagliare la sommità della torta in modo da pareggiarla, tenendola da parte, poi capovolgetela. Dividete la torta in due parti.


 Per la crema:
Unite al mascarpone un pizzico (abbondante) di cannella, lo zucchero e la vanillina amalgamate bene con una frusta, montate la panna e incorporate al mascarpone. 

Riprendete una metà di torta e rimettendo il cerchio della teglia, spargete tutta la crema al mascarpone sulla torta, ricoprite con more e lamponi, ricoprite con l'altra metà di torta.
In un piccola casseruola fate sciogliere con un cucchiaio di acqua due cucchiai di gelatina di albicocche e passateci velocemente le more e i lamponi dopo averli ben lavati. 
Sbriciolate la sommità della torta che avete tolto per pareggiarla, e formate una corona di briciole sulla torta, al centro posizionate le more e i lamponi. 
Posizionate la torta in frigorifero per un paio d'ore quindi ricoprite con la glassa al cioccolato.




Per la glassa al cioccolato:

150 gr di cioccolato fondente

120 ml. di acqua
125 gr di zucchero

In un pentolino mettete l’acqua e lo zucchero, lasciate scaldare a fiamma bassa e portate quasi a bollore fino ad ottenere quasi uno sciroppo.
Aggiungete, a questo punto, il cioccolato. Continuate a mescolare fino a farlo sciogliere completamente. Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare. Subito vi sembrerà troppo liquido ma raffreddando si rassoderà.

venerdì 29 luglio 2016

Pasta con verdure e ricotta salata - un piatto estivo



Da noi si chiamano "cornetti" ma sono conosciuti come fagiolini,,, Si possono preparare in tanti modi, perchè sono molto versatili, questa è una delle più apprezzate da noi-
Un primo economico, facile e rapido, saporito e appetitoso, preparato utilizzando le verdure di stagione prodotte dall'orto di casa.
Unica variante la ricotta salata, che non utilizzo spesso, ma che dona a questo piatto un equilibrio che bilancia il dolce del sugo.




Ingredienti per 4 persone:

240 grammi di linguine o altra pasta lunga
(calcolando 60 gr. a testa)
ricotta salata grattugiata q.b.
 200 grammi di fagiolini
  pomodori piccoli e sodi
2 spicchi d'aglio
 alcune foglie di basilico fresco
olio E.V.O.
 sale e pepe q.b.
 ricotta salata grattugiata q.b.




Procedimento:

Lavate e pulite i fagiolini poi lessateli in acqua salata, per c.a. quindici minuti, i fagiolini devono rimanere croccanti.
In una padella in un filo di olio fate soffriggere l'aglio dopo averlo tritato finemente. 
Lavate i pomodorini quindi spellatili (il metodo più pratico è quello di tuffarli per c.a. un minuto in acqua bollente, dopo aver inciso a croce la calotta).
Dopo aver tolto la pelle ai pomodorini, tagliateli a pezzetti e aggiungeteli al soffritto, fateli cuocere a fuoco vivace per cinque minuti facendo restringere il sugo.
Unite i fagiolini  il basilico tritato e fate insaporire il sugo a fuoco basso per cinque minuti.
Fate lessare la pasta in abbondante acqua salata e scolatela al dente. 
Mantecate la pasta con il sugo e servitela cosparsa di ricotta salata grattugiata  e con basilico fresco.






domenica 24 luglio 2016

Crostata morbida di marmellata di prugne





Senza dolci non so stare, specialmente al mattino per colazione, quindi  quando il caldo si fa sentire questa è  la torta che prediligo, perchè è  in assoluto la più veloce da preparare.
E' una torta dal sapore casereccio, un dolce difficile da dimenticare...
Potete scegliere la marmellata che più vi piace, io ho optato per la mia confettura di prugne che ho fatto recentemente e il risultato è stato straordinario.







Ingredienti:


200 gr di farina
120 gr di zucchero
120 gr di burro
2 uova
1 bustina di vanillina
1 cucchiaino di lievito per dolci
1 vasetto di marmellata di prugne 

o una marmellata di vostro gradimento

 zucchero a velo 



Procedimento:


Versate nel mixer lo zucchero, la farina, la vanillina e il lievito, il burro freddo tagliato a pezzetti, frullate fino ad ottenere un composto di briciole.
Aggiungete le uova e frullate di nuovo fino ad amalgamare bene tutti gli ingredienti. 
Foderate la tortiera a cerchio apribile (diam. 24 cm) e stendete l'impasto aiutandovi o con le mani o con l'aiuto di un cucchiaio, uniformando  la superficie del dolce.
Formate degli incavi (ma senza arrivare al fondo) sempre utilizzando il cucchiaio, precedentemente inumidito con un po' d'acqua, (per evitare che la pasta si attacchi al cucchiaio). Riempite di marmellata tutti gli incavi, quindi stendetene un velo sul resto del dolce. 
Infornate in forno preriscaldato a 170 gradi per c.a. 40 minuti, comunque fino a che la superficie non risulti dorata. Fate raffreddare il dolce e trasferitelo sulla tortiera, quindi spolverizzate con zucchero a velo. 







venerdì 22 luglio 2016

Verdure in umido trasformate in un piatto estivo






Un piatto facile, veloce e molto appetitoso, un piatto che può essere servito sia come contorno, sia come piatto unico, abbinandolo ad un uovo all’occhio e a pane croccante.
Questo piatto l’ho assaggiato recentemente sulle colline del piacentino in una vecchia trattoria dove ci eravamo fermati per assaggiare “pisarei e faso” ma alla fine siamo stati tentati da questo piatto fresco e invitante.
Oggi l'ho  riproposto a casa  e direi che sono riuscita ad individuare la procedura utilizzata e direi che è molto simile al piatto mangiato alcuni giorni fa...






Ingredienti per 4 persone:
1 peperone giallo
1 peperone rosso
5 patate medie
1 spicchio di aglio
Olio E.V.O. q.b.
4 uova
Sale e pepe bianco
4 fette di pane
Alcune foglie di basilico 





Procedimento:
Lavate i peperoni, eliminate i semi e tagliateli a listarelle di medie dimensioni.

Pelate le patate tagliatele a spicchi. Affettate la cipolla.
In una padella rosolate a fuoco vivace e in un filo di olio le patate fino a completa doratura, quindi inserite la cipolla affettata, regolate con sale e pepate, unite l’aglio, quindi coperchiate e lasciate cuocere per c.a. dieci minuti a fuoco basso. 
Aggiungete i peperoni e lasciate cuocere con il coperchio ancora per altri dieci minuti. Il vapore che si formerà dovrebbe bastare alla cottura delle verdure ma eventualmente se si dovesse asciugare troppo è possibile aggiungere un po’ di acqua calda.
A cottura ultimata, unite alcune foglie di basilico fresco e spezzettato.
Sistemate le verdure a parte e lasciate intiepidire.
Tagliate le fette di pane possibilmente casereccio e fatele tostare.
Cuocete le uova all’occhio di bue utilizzando la stessa padella che avete usato per la cottura delle verdure. 
Per la composizione del piatto:

Posizionate le fette di pane tostato sul fondo di ogni piatto, quindi sistemate le verdure sopra al pane e per ultimo collocate le uova, guarnite il piatto con una spolverata di pepe bianco e foglie di basilico spezzettato.



giovedì 14 luglio 2016

Sbriciolata di pesche e amaretti











Oggi vi propongo un dessert che racchiude tutta la bontà delle pesche e il gusto deciso degli amaretti

dando vita ad un'abbinamento di profumi irresistibili.

Un dolce estivo che si prepara velocemente e che altrettanto velocemente sparisce!!!

Ideale per cominciare la giornata all'insegna della dolcezza e ideale come dessert per finire in modo gradevole un pranzo o una cena...



Ingredienti:
Pasta frolla:
120 gr di burro a temperatura ambiente
150 gr di zucchero
2 uova
300 gr di farina
1/2 bustina di lievito per dolci
1 bustina di vinillina
la buccia grattugiata di un limone
Un pizzico di sale

Per la farcia:
1 vasetto di marmellata  di pesche
gr  120 di amaretti sbriciolati
Liquore all'amaretto

Procedimento:

Unite  zucchero  e  il burro  e mescolate aiutandovi con le mani, incorporate le uova e impastate poi aggiungete la farina setacciata al lievito, lavorate velocemente  il composto, fino ad ottenere un panette di pasta omogeneo, avvolgetelo nella pellicola lasciatelo  in frigo a riposare per almeno un'ora.
Stendete quasi tutte la frolla in una teglia rivestita da carta forno diam. 27 cm. lasciandone da parte poco meno di un quarto.
Sbriciolate gli amaretti e bagnatali con il liquore all'amaretto, quindi stendeteli sulla base della frolla, ricoprite con la confettura di pesche.
Riprendete la pasta tenuta da parte e lavoratela aggiungendo farina fino a che il composto non si sbriciolerà.
Con le briciole ottenute ricoprite tutta la torta, posizionate in forno già  caldo a 170 gradi per circa 30 - 35 minuti. Sfornate lasciate raffreddare e spolverizzate di zucchero velo.
















martedì 12 luglio 2016

Pasta al pesto con pomodorini gialli


E' finalmente estate... e l'orto finalmente da i suoi frutti!!!
Una pasta che a noi piace particolarmente è quella al pesto, estiva e colorata, indicata per l'estate che finalmente sembra essere finalmente arrivata...
Mi sono così decisa a prepararlo utilizzando le foglie del basilico che quest'anno è particolarmente rigoglioso e con questa delizia ho condito la pasta insieme ad alcuni pomodorini gialli che abbondano nell'orto...
Ho utilizzato il mortaio, anche se il procedimento risulta più lungo, ma ne vale la pena!!!




Per il pesto alla genovese:

50 gr  di basilico a foglia piccola
1/2 bicchiere di olio EVO
2 spicchi di aglio (1 ogni 30 foglie di basilico)
1 cucchiaio grande di pinoli
Parmigiano Reggiano grattugiato
Pecorino sardo stagionato grattugiato
qualche grano di sale grosso



Ingredienti per 4 persone:

250 gr di pasta tipo trenette o spaghetti
fagiolini 1 manciata
1 patata media
pomodorini gialli

Procedimento:

Lavare velocemente in acqua fredda il basilico e lasciarlo asciugare su di un canovaccio.
Nel mortaio pestare l'aglio e il sale fino a quando avranno raggiunto una consistenza cremosa e morbida a questo punto unire i pinoli che serviranno ad ammorbidire e amalgamare la salsa.
Aggiungere a questo punto, ma non tutte insieme, le foglie di basilico.
Iniziare con un leggero movimento rotatorio e prolungato a pestarle nel mortaio.
Per finire aggiungere sia il pecorino sardo che il Parmigiano-Reggiano e a goccia unite l'Olio Extravergine d'oliva, amalgamando il tutto e il pesto è pronto.



In una pentola portare a bollore l'acqua per la pasta salare e aggiungere i fagiolini tagliati a pezzetti e le patate sempre tagliate a pezzetti piccoli.
Immergere nell'acqua  trenette  o spaghetti,  comunque pasta lunga e lasciare cuocere per il tempo necessario.
Scolare la pasta e condire con il pesto, per ultimo aggiungere i pomodorini tagliati a metà, un'ultima mescolata, per finire a piacere, qualche scaglietta di formaggio Parmigiano ed ecco un piatto estivo e profumato...






sabato 2 luglio 2016

Torta sbriciolata ai lamponi




E' passato ormai un anno da quando nel  2015 ho deciso di lasciare il lavoro e di andare in pensione, approfittando della possibilità dell'opzione donna.
Un cambiamento di vita radicale, che mi ha permesso di riprendere in mano la mia vita, niente più stress, niente più corse, per il momento una vita tranquilla nella nostra casa in provincia di Reggio Emilia, dove al mattino ti svegli al canto degli uccellini e alla sera  si vedono volteggiare i pipistrelli e si sentono cantare le civette.
Ho scelto questa torta perchè mi ha subito conquistata e avrebbe conquistato le mie colleghe che sarebbero venute a trovarmi, la ricetta appartiene al blog gestito da  due sorelle con l'amore della cucina e della fotografia  e dove ci si può perdere fra  tante strepitose ricette, ma quella originale la trovate qui: "lenostrericettegs.blogspot.it " 






Ingredienti:

Per la frolla:
100 gr di burro a temperatura ambiente
150 gr di zucchero
1 uovo intero
1 tuorlo
300 gr di farina
1/2 bustina di lievito per dolci

Per la crema:
2 uova intere
80 gr di zucchero
40 gr di farina
200 gr di panna fresca
1 bustina di vanillina
500 gr di ricotta
marmellata di lamponi q.b. 

Per decorare:
125 gr di lamponi freschi
2 cucchiai di marmellata di lamponi
1 noce di burro







Procedimento:.
Incorporate con una frusta lo zucchero al burro tenuto a temperatura ambiente, unite le uova e per ultimo la farina setacciata con il lievito. Formate un panetto da avvolgere nella pellicola e conservate in frigorifero per almeno un'ora.
In una ciotola unite uova e zucchero, amalgamate con una frusta e poi unite la farina. Quando il composto sarà ben amalgamato, aggiungete poco alla volta la panna, tenendo sempre ben mescolato, la vanillina e per ultimo incorporate la ricotta, lavorate per qualche minuto il composto fino ad ottenere un composto cremoso e senza grumi.
Riprendete la frolla dal frigorifero e rivestite una teglia diam. 27 cm.  foderata con carta forno, tenendone da parte una piccola porzione, cospargete la base di frolla con  marmellata di lamponi o con la marmellata che preferite, quindi versate la crema di ricotta e per finire cospargete con la marmellata rimasta  diluita con un po' di acqua per rendere più facile la stesura sulla crema.
Aggiungete tanta farina alla frolla rimasta fino a che la pasta non si sbriciolerà e sulla spianatoia ci saranno solo briciole e con queste ricoprite la superficie del dolce.
Infornate in forno caldo a 170 gradi per circa 40 minuti.
Nel frattempo in un padellino fate sciogliere una noce di burro, versateci i lamponi freschi e un cucchiaio di marmellata, rigirate per qualche minuto su fuoco molto basso e lasciate intiepidire.
Estraete la torta dal forno quindi versate i lamponi freschi sul dolce in modo da ricoprirlo completamente.
Rimettete la torta nel forno spento ancora per alcuni minuti, poi togliete definitivamente dal forno e posizionate su una tortiera.