sabato 25 febbraio 2017

torta soffice di mele e caramello salato







Ci sono momenti in cui mi piace cucinare, provare nuove ricette e questo è uno di quei momenti...
Direttamente dalle Camargue mi hanno regalato alcuni giorni fa, una piccola confezione di fleur de sel. È un sale grezzo, iposodico, detto anche caviale del sale e dona un aroma meraviglioso a qualsiasi piatto. Per me è la prima volta... quindi l'ho utilizzato nella preparazione di un caramello salato.

Ingredienti:

3 mele morgenduft
80 gr di zucchero
1 bustina di vanillina
3 uova
140 gr di farina
1 cucchiaino di lievito
70 gr di mandorle tritate finemente
alcune gocce di essenza di mandorle amare
80 gr di burro
100 gr di latte
zucchero a velo



Per il caramello:
100 gr di zucchero
2 cucchiai di acqua fredda
30 gr di panna
30 gr di burro
1/2 cucchiaino di fleur de sail
acqua bollente



Procedimento:

In una terrina, con le fruste elettriche, montate uova e zucchero, fino a che non siano chiare e cremose, con un cucchiaio aggiungete la farina, la farina di  mandorle e alcune gocce di essenza di mandorle amare, continuando sempre a mescolare con le fruste elettriche.
Fate fondere il burro a bagno maria e aggiungetelo all'impasto,  unite anche  il latte e per ultimo amalgamate il lievito.
Pelate e tagliate a tocchetti le mele e aggiungetele all'impasto. 
Rivestite con carta forno una teglia diam. 24.

 Per il caramello:
Scaldate in un tegamino un po' di acqua e  portatela al bollore poi tenetela da parte. 
In un tegamino unite lo zucchero e con due cucchiai di acqua fredda e mettete su fuoco basso, quando lo zucchero sarà completamente sciolto, lasciatelo prendere un bel colore dorato, a questo punto diluite con la panna e poi con il burro tenendo sempre ben mescolato per ultimo unite  il fleur de sel.
Versate un cucchiaio di acqua bollente quella che avete tenuto a parte, nel caramello e mescolate, aggiungete un cucchiaio per volta di acqua sino a che avrete ottenuto un composto semi liquido e non troppo  denso.
Togliete dal fuoco e tenete sempre mescolato fino a che il caramello non si è leggermente raffreddato.
Togliete alcuni cucchiai di caramello e teneteli da parte.
Versate un po' di impasto sulla teglia in modo da ricoprire la base, versate con un cucchiaio una striscia di caramello, versate sopra ancora del composto e continuate fino all'esaurimento. alternandoli.
Cuocete in forno preriscaldato a 170 gradi per 30 minuti.
Togliete dal forno la torta e lasciate  raffreddare, cospargete di zucchero a velo e versate sopra il caramello scuro e caldo.




giovedì 23 febbraio 2017

Cake à l'orange



Se vi piacciono le arance non riuscirete a resistere al profumo delizioso di questa torta, soffice e leggera, facile da preparare, una torta davvero speciale e golosa.
Quello che più mi piace di questo dolce è la sua crosticina con zucchero di canna e succo d'arancia, che dona a questa torta un fragranza strepitosa!!!



Ingredienti per una teglia 22 cm. di diametro
170 gr di zucchero
160 gr di burro morbido e fuso
3 uova
160 gr di farina½ dose di lievito
2 arance biologiche
  1 pizzico di sale

Per lo sciroppo:
60 gr di zucchero di canna  integrale
1 arancia


Procedimento:

Preriscaldate il forno statico a 180 gradi. Con le fruste elettriche montare lo zucchero con il burro. Unire le uova sbattute un poco con la forchetta e mescolare bene. Aggiungere la farina stemperata al lievito e il sale. Mescolare bene con le fruste fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo. Aggiungere le scorzette grattugiate delle due arance e il succo di un'arancia. Versate il tutto in una tortiera a cerniera dopo averla unta con l’olio o il burro e infornate per 30-35 minuti.




Per lo sciroppo:


Mescolate il succo di una arancia e lo zucchero di canna fino a che si sia ben sciolto e versatelo sulla torta una volta uscita dal forno e ancora calda.
Lasciate raffreddare poi trasferite il dolce sulla tortiera.


lunedì 20 febbraio 2017

Risotto con verza rossa e patate



Oggi vi propongo un risotto rosa… con verza rossa e patate, che è stato gradito da tutti e potrebbe piacere anche alle persone che non amano in modo particolare il profumo della verza. Ho aggiunto anche una patata a tocchetti per dare morbidezza a questo risotto.
Una parte  è stata mantecata con crescenza e una parte con il gorgonzola.
Il primo è risultato morbido e delicato, il secondo mi ha favorevolmente colpito perché il gorgonzola contrasta la nota dolce del risotto dandogli un che di irresistibile!!!


Ingredienti:

350 gr di riso 
1/2 verza rossa
Olio E.V.O.
1 scalogno
1 lt di brodo
1 bicchiere di vino bianco 
3 cucchiai di crescenza o 2 cucchiai di gorgonzola




Procedimento:

Tagliate a tocchetti la patata.
Affettate e lavate bene la verza, scolatela e tritatela finemente.
Preparate il trito di cipolla e soffriggetelo in casseruola per pochi minuti fino ad imbiondirla. versate il riso, fatelo tostare, sfumate con il vino bianco.
Unite la verza, le patate tagliate a tocchetti e il brodo.
Fate asciugare a fiamma bassa fino a cottura aggiustando sempre con il brodo e tenendo mescolato.
Il risotto non deve essere liquido. 
Poco prima di servire mantecare  o con la crescenza per un risotto più delicato oppure con il gorgonzola per un sapore più deciso. Potete servire il risotto dentro ad una foglia di versa rossa dopo averla ben lavata e asciugata.








martedì 14 febbraio 2017

Biscotti e tortelli tutti i gusti....


Questi cuori... per questo giorno speciale:



Questi per il Carnevale...



Questi per la colazione di domani...



Questi per la mia bambina che ha superato un esame  difficile all'università:




In un solo pomeriggio ho accontentato tutti... i biscotti per San Valentino, i tortelli per il Carnevale, i biscotti per la colazione... e a richiesta i biscotti per festeggiare un esame riuscito benissimo!!!




Ingredienti per circa 20 tortelli:


270 gr farina 00
100 gr zucchero a velo

1 cucchiaio di zucchero semolato
50 gr di farina di nocciole
150 gr burro freddo
sale
scorza di 1 limone
1 uovo
marmellata di prugne

zucchero a velo per lo spolvero
sale



Procedimento:

Nel mixer unire un cucchiaio di zucchero semolato e le nocciole (io ho utilizzato quelle già pelate) e ridurre il tutto a farina. In una ciotola mettere farina, farina di nocciole e zucchero, burro freddo a pezzetti e un pizzico di sale e impastare con la punta delle dita  fino a ottenere delle briciole fini. Aggiungere l'uovo e la scorza di limone grattugiata e impastare fino a ottenere un composto omogeneo. Avvolgere nella pellicola alimentare e lasciare in frigorifero per circa un’ora. Stendere con un mattarello a circa 4 mm e ritagliare con un coppapasta di circa 10 cm di diametro.  Mettere in forno statico preriscaldato a 180 gradi per circa 15 minuti,  o comunque fino a doratura. Lasciare raffreddare e quindi spolverizzare con zucchero velo.



Ingredienti per biscotti occhio di bue ed altro:

300 gr di farina
150 g. burro
70 gr di nocciole 
1 cucchiaio di zucchero semolato
125 g. di zucchero a velo
1 bustina di vanillina
La scorza di un limone
1 pizzico di sale
2 uova
marmellata di albicocca, prugne, crema al cioccolato
zucchero a velo per lo spolvero



Procedimento:

Impastate la farina con lo zucchero, le uova e le nocciole precedentemente frullate e ridotte in polvere con un cucchiaio di zucchero semolato. Aggiungete il burro morbido e il sale. Impastate velocemente sulla spianatoia e formate un panetto che lascerete riposare in frigo per almeno un’oretta. 

Stendere la pasta nello spessore di 4 mm. circa e tagliate i biscotti con il coppapasta, (diam. 10 cm.) 
La metà esatta dovrà avere un'ulteriore foro al centro, potete utilizzare per esempio lo stampo per i cappelletti. Disponete le varie parti dei biscotti su di una teglia rivestita di carta da forno.
Posizionate in forno preriscaldato a 170 gradi per circa 10 minuti, o comunque fino a che i biscotti non avranno preso un leggero colorito. I biscotti non devono scurirsi, quindi se vedete che tendono a scurirsi, estraeteli subito e diminuite la temperatura del forno, meglio un minuto in meno che un minuto in più!!!
Consiglio di mettere i biscotti sulla teglia già a coppie una base e un cerchietto con il foro al centro.
Estraeteli dal forno e lasciateli raffreddare, quindi ponete sulla base un cucchiaio di marmellata a vostro piacere e richiudete con il biscotto forato e cospargete di zucchero a velo.
Ho fatto cuocere in forno anche i dischetti più piccoli e una volta cotti li ho uniti con crema al cioccolato.
Ho utilizzato lo stesso impasto per preparare i cuoricini per San Valentino, utilizzando lo stesso procedimento dei biscotti cuore di bue.


sabato 11 febbraio 2017

Zuppa di baccalà toscana




La zuppa di baccalà è un piatto unico, gustoso e saporito, una ricetta tipica della cucina toscana, o ancora meglio è il piatto tradizionale che si mangiava a Firenze al tempo dei fiascai, che la annegavano con il vino rosso per smorzare il forte sapore del baccalà, una ricetta ideale per portare in tavola il merluzzo bianco in modo sano e saporito.
E’ perfetta se accompagnata da fette di pane casereccio, è facile e veloce da realizzare, a patto che il vostro baccalà sia già ammollato! Scegliete, se potete, il filetto di baccalà che è la parte più apprezzata e priva di spine.
Un piatto unico ed  equilibrato, caratterizzato da una combinazione di profumi e sapori decisi che  rendono  questo piatto davvero irresistibile.




Ingredienti per 4 persone:

400 gr.  di baccalà
1 lt. di brodo
pane tipo "toscano"
300 gr. di pomodori maturi o "pelati"
2 patate grosse
1 spicchio di aglio
1/2 cipolla
1 carota
1 gambo di sedano
4 fette di pane casalingo
olio .E.V.O.
Sale e pepe



Procedimento:

Spellate, diliscate e tagliate a pezzetti il baccalà, precedentemente dissalato. Tritate finemente la cipolla la carota e il gambo di sedano.
In una pentola fate rosolare in un velo di olio l'aglio schiacciato e il trito di cipolla, carota e sedano e fatelo appassire.
Unite il baccalà e fatelo cuocere per alcuni minuti.
Aggiungete a questo punto i pomodori e una buona spolverata di pepe, fate cuocere per una decina di minuti a fuoco medio, quindi aggiungete il brodo caldo.
Unite anche la patata tagliata a tocchetti, salate e fate cuocere a fuoco basso per circa 45 minuti.
Tagliate a fette il pane e passatelo in forno già caldo a 200 gradi per alcuni minuti.
Servite la zuppa su fette di pane abbrustolite, agliate e poste in una scodella. Completate a vostro piacere con prezzemolo tritato ed un filo di olio E.V.O. 






sabato 4 febbraio 2017

Tiramisù classico


Per festeggiare il compleanno di Mario, mio marito, sono andata sul sicuro con un ottimo tiramisù, quello classico con tanta crema e tanto caffè, leggermente, si fa per dire, alcolico, visto che ormai siamo tutti adulti... Così cremoso e goloso, fa sempre impazzire tutti, è delicato e soffice ed esalta la sua cremosità con una buona dose mascarpone.
Il tiramisù è un dolce insuperabile, buono e sfizioso, calorico al punto giusto e soprattutto semplice e veloce da preparare.
Il tiramisù qui in casa di Flora ha la sua giornata sul calendario il 4 febbraio, per il compleanno di Mario!!!


Ingredienti per una teglia rettangolare cm 35x22

500 gr mascarpone
300 gr di biscotti savoiardi .
150 gr zucchero .
4 tuorli d'uovo freschissimi
2 bicchierini di rum
2 caffettiere da 6 di caffè
cacao amaro in polvere 



Procedimento:

Sbattete i tuorli con lo zucchero, fino a che non siano bianchi e spumosi, montate a neve ben ferma anche gli albumi quindi unite il mascarpone e amalgamate, per ultimo delicatamente aggiungete gli albumi e amalgamate bene, fino ad ottenere una crema omogenea. Preparate due caffettiere da 6 tazze di caffè, versate il caffè caldo in una larga ciotola, unite il rum, quindi lasciate raffreddare; 
inzuppatevi via via i savoiardi su entrambi i lati, velocemente, per evitare che si bagnino troppo, poi adagiateli sul fondo della pirofila dopo averla velata di crema.
Ricoprite i savoiardi con uno strato di crema. Ripetete l’operazione fino a esaurimento degli ingredienti, terminando con la crema. Spolverizzate la superficie con un velo uniforme di cacao setacciato. riponete il tiramisù in frigorifero per il raffreddamento, ricordando di toglierlo alcuni minuti prima di servire.
Il tiramisù si  conserva il tiramisù un paio di giorni al massimo ben coperto in frigorifero.