lunedì 16 aprile 2018

Torta fondente al cioccolato


Un'altro giorno di pioggia, il mio umore è nero come il colore delle nuvole che ci stanno intorno, per addolcirmi ci vuole qualcosa di dolce, quindi oggi torta speciale!!!
Devo giusto finire gli ultimi pezzetti di cioccolato delle uova, che nessuno mangia più,  per cui utilizzerò proprio quelli.
Questa torta  è un dolce con un interno golosissimo, due creme una gialla e una al cioccolato fondente, morbide, cremose e cioccolatose, un dolce al cucchiaio che è una vera delizia!!!



Ingredienti per teglia diam. 24 cm.

per la frolla: 
gr. 250 di farina 
gr. 120 di burro freddo 
gr. 120 di zucchero 
1 uovo intero
gr. 20 di cacao amaro 
un cucchiaino di lievito per dolci 
cacao q.b. per lo spolvero


per la crema pasticcera e al cioccolato: 

gr. 500 di latte intero 
3 tuorli 
gr. 50 di farina 
gr. 100 di zucchero 
1 bustina di vanillina
gr. 100 di cioccolato fondente 




Procedimento:
Per la crema:
Con le fruste elettriche lavorare i tuorli con lo zucchero, fino a che il tutto risulti chiaro e senza grumi.
Unite continuando a mescolare la farina, a seguire la vanillina, quindi il latte leggermente intiepidito, portate tutto sul fuoco e portate  ad ebollizione su fuoco basso e senza smettere di mescolare.
Dividete la crema in due parti uguali e ponetele in due ciotole separate, in una mettete il cioccolato dopo averlo spezzettato e mescolate fino a quando non sarà completamente sciolto.
Lasciate raffreddare.
Per la torta:
Nel frattempo preparate l'impasto per la torta mescolando tutti insieme gli ingredienti.
Lavorate la pasta velocemente e lasciatela riposare al fresco per un'ora.

Dividete la pasta in due parti, con la prima foderate una teglia a cerniera diam. 24 cm. rivestendo anche i bordi, versate un primo strato di crema, livellatela, sopra distribuite la crema al cioccolato.
Prendete l'altra metà di pasta e stendetela con le stesse dimensioni della teglia, quindi riversatela nella teglia e sigillandola con l'impasto di base,
Cuocete in forno statico a 180 gradi per 35 - 40 minuti.
Lasciate raffreddare, sistemate la torta sul piatto da portata e spolverizzate di cacao.


domenica 15 aprile 2018

Riso e patate





Continua il freddo... e come rimedio naturale in queste giornate così umide e fredde, che ricordano più l'autunno che la primavera, ho preparato il risotto con le patate, un primo semplice da realizzare ed economico, ma sfizioso e saporito che vi stupirà per la sua bontà.
Questo risotto è confortevole ed appetitoso, rustico, semplice e alla fine il risultato è quello di  un risotto cremoso ed avvolgente.


Ingredienti per 3-4 persone:
240 g di riso Arborio
3 patate medie a buccia rossa (circa 300 gr)
1 acciuga (facoltativa)
mezza cipolla
1/2  bicchiere di vino bianco secco
3 cucchiai di olio E.V.O.
Parmigiano - Reggiano grattugiato
1 lt. di brodo di carne
sale e pepe bianco



Lavate le patate, pelatele e tagliatele a cubetti piccoli, circa 1 centimetro.
Scaldate il brodo di carne.
In una pentola mettete l'olio, la cipolla tritata finemente e un'acciuga dopo averla ben scolata dal suo olio di conservazione, e fate rosolare fino a che la cipolla risulti trasparente e l'acciuga completamente sciolta.
Aggiungete le patate e fatele rosolare a fiamma media per qualche minuto.
Aggiungete il riso e fatelo tostare, sfumatelo con il vino bianco, unite una punta di un cucchiaino di triplo concentrato, quindi portate a cottura il riso aggiungendo  via via il brodo, ogni qualvolta si sia assorbito e rimescolando spesso.
Quando il riso sarà pronto, salatelo, aggiungete una macinata di pepe bianco e togliete la pentola dal fuoco.
Mantecate con una noce di burro e mescolate fino a quando non sarà ben amalgamato.
Aggiungete una buona dose di Parmigiano grattugiato e dopo averlo ben incorporato impiattate e servite ben caldo.




mercoledì 11 aprile 2018

Cosciotto di tacchino ubriaco di birra


Ormai è primavera, ma fa ancora freddo e continuamene piove... 
Oggi ho preparato questo  delizioso secondo piatto. Un piatto che un tempo si preparava nei giorni di festa, un piatto dal sapore intenso dove la carne a fine cottura risulta morbida e molto gustosa.
Questa preparazione è uno di quei piatti perfetti per questo inizio primavera, dove si alternano giornate fredde e piovose a calde e soleggiate, dove la natura ormai è sveglia dove tutto ormai è germogliato e le piante sono in fiore. 
Un piatto semplice e completo al quale è difficile resistere e ideale per chi ama le carni bianche...


Ingredienti:

1 coscia di tacchino (circa 800 gr)
500 ml di birra chiara
½ bicchiere di brodo
1 scalogno
1 rametto rosmarino
4 foglie di alloro
8 bacche di ginepro
Pepe nero
Sale
Olio E.V.O.


Procedimento:

Per la marinatura:
Trasferite la coscia di tacchino in un tegame capiente, ricopritelo interamente  con la birra quindi insaporite il tutto con sale, una macinata di pepe nero; aggiungete anche il rosmarino, le foglie di alloro e la cipolla rossa tagliata a fette sottili e per finire le bacche di ginepro, lasciate insaporire per circa un'ora, prima di passare alla cottura.
Per la cottura:
In una padella scaldate alcuni cucchiai di olio, quindi  fatevi rosolare bene la carne,  aggiungete tutta la marinatura e quando la birra comincerà a bollire abbassate la fiamma e coprite con il coperchio. 

Lasciate cuocere per circa 30 minuti poi girate il cosciotto e lasciate cuocere ancora per circa 30 minuti lasciando la padella scoperta in modo da lasciare restringere il sugo.
Il Cosciotto di tacchino ”ubriaco” sarà pronto quando la carne sarà leggermente rosolata e, pungendolo con una forchetta la carne risulti morbida e tenera.




domenica 8 aprile 2018

Fusilli con crema di broccoli e stracchino


Un piatto molto semplice e molto saporito, veloce e per la preparazione bastano pochissimi ingredienti.
Il formaggio stracchino, dal gusto delicato e morbido, si abbina benissimo con la consistenza un po' ruvida del broccolo, inoltre potete sostituire lo stracchino con il formaggio morbido che più vi piace (robiola, philadelphia), oppure se preferite un gusto  più delicato, anche con semplice ricotta.


Ingredienti:
 250 gr di broccolo
350 gr di fusilli
150 gr di crescenza
Latte q.b. (circa un bicchiere)
1 spicchio di aglio 
2 filetti di acciuga
1 peperoncino
Olio E.V.O.
Sale e pepe bianco


Lessate in acqua salata il broccolo, una volta cotto scolatelo e lasciatelo intiepidire. 
In un recipiente adatto mettete i ciuffetti di broccolo e la crescenza con un pizzico di pepe bianco e frullate il tutto con il frullatore ad immersione, aggiungendo a filo il latte per agevolare l'amalgama degli ingredienti e fino ad ottenere una crema densa e senza grumi.
Portate al bollore l'acqua, salata, per la cottura della pasta e portate a cottura i fusilli. 
Nel frattempo in una padella mettete un filo d'olio E.V.O. con uno spicchio di aglio e fate rosolare, aggiungete due filetti di acciuga spezzettati e un piccolo peperoncino, fate sciogliere le acciughe a fuoco basso, poi spegnete.
Scolate i fusilli e saltateli in padella con la crema di broccolo e stracchino per qualche secondo e fino a che la crema non avrà avvolto completamente i fusilli.


sabato 7 aprile 2018

Fusilli con pesto ligure, tonno e pomodorini (pasta alla Carlofortina)




Questa ricetta è un piatto tipico della tradizione sarda in particolare dell'isola di Carloforte.
E' un primo a base di tonno, pesto e pomodorini, un primo squisito e molto appetitoso, non lo conoscevo, ma mi ha subito conquistato...
Per ottenere un buon piatto si dovrebbe utilizzare del tonno fresco, che qui non è sempre reperibile, quindo ho optato per tranci di tonno al naturale.



Ingredienti  per 2 persone:
200 gr di fusilli
180 gr di tonno al naturale
1/2 cipolla
8 pomodorini ciliegiini
due cucchiai di pesto alla genovese
sale e pepe
olio E.V.O.
2 filetti di acciuga



Procedimento:

Pulite la cipolla e tagliarla a fettine sottili. In una padella scaldate l'olio e fate soffriggere la cipolla insieme ad uno spicchio di aglio, che una volta rosolato andrete a togliere.
Unite anche 2 filetti di alici e lasciatele cuocere fino a che non saranno disfatte, circa  7 - 8 minuti e con il coperchio.
Tagliate i pomodorini a pezzetti e aggiungeteli al soffritto, lasciate cuocere ancora per altri 5 - 6 minuti, sfumate infine con il vino bianco.
Aggiungete in padella per finire anche il tonno, ben sgocciolato dal suo liquido e leggermente schiacciato con una forchetta, mescolate con un cucchiaio di legno e  lasciate insaporire a fuoco basso per alcuni minuti.
Togliete la padella dal fuoco e aggiungete il pesto rigirando bene gli ingredienti.
Cuocete la pasta in abbondante acqua salata, scolatela al dente e saltatela in padella con il suo condimento, impiattate e servite ben calda.


mercoledì 4 aprile 2018

Ossibuchi con pomodori datterini e piselli

E' passato quasi un mese dalla caduta, ma finalmente sono di nuovo in piedi.... evviva!!! 
E' meraviglioso poter riprendere la vita di sempre e non dover dipendere dagli altri, anche se mi hanno sempre coccolato e anche un po' viziato...
La ricetta di oggi è un po' diversa da quella classica, perchè in questo caso ad accompagnare la carne ho utilizzato i piselli e i pomodori, quelli del mio orto, che avevo congelato a fine stagione.
Oggi la giornata è umida e piovigginosa e questo è proprio uno di quei piatti perfetti che si abbina al tempo uggioso e freddo.
La carne si presenta tenera e gustosa, un piatto semplice e tradizionale ma completo dove la scarpetta diventa quasi un obbligo!!!


Ingredienti:

4 Ossibuchi di vitello
1/2 bicchiere di vino bianco
300 gr di pomodorini datterini freschi
250 gr di piselli
100 gr di passata di pomodoro
1 porro 
1 spicchio di aglio
farina q.b. (per infarinare)
2 bicchieri di brodo
sale e pepe
Olio E.V.O.


Procedimento:

Tagliate il porro a rondelle quindi, fatelo soffriggere in padella con 4 cucchiai di olio E.V.O.  e uno spicchio di aglio.
Una volta che il porro sarà ben ammorbidito unite gli ossibuchi precedentemente infarinati e lasciateli dorare da entrambi i lati, salateli e pepateli.
Quando gli ossibuchi saranno ben rosolati, toglieteli e metteteli a parte.
Nella stessa padella, dopo aver tolto l'aglio, unite i piselli e i pomodorini datterini e lasciateli sobbollire a fuoco basso per una decina di minuti rimestandoli ogni tanto.
Rimettete gli ossibuchi in padella, coprite con un coperchio e proseguite la cottura, a fuoco basso per almeno 40 - 45 minuti, la carne dovrà presentarsi molto morbida e tenerissima.
Servite gli ossibuchi ben caldi e se volete accompagnateli con polenta bianca o con purè di patate.