sabato 7 luglio 2018

Torta morbida con le pesche



Una torta con le pesche fresca e sfiziosa, un dolce genuino che profuma di estate e di merende all'aperto "tempo permettendo"...
Un classico della cucina estiva che non ti delude mai,  semplice e profumato,  dal cuore  cremoso con una crosticina croccante una vera delizia!!!


Ingredienti:
250 gr di farina 00
4 pesche gialle
150 gr zucchero 
2 uova intere
100 gr di burro
1 bustina di vanillina
una busta di lievito per dolci
30 gr di scaglie di mandorle
fiocchi di burro q.b.
4 cucchiai di zucchero di canna
zucchero a velo


Procedimento:
Sciogliete il burro a bagnomaria e lasciatelo raffreddare.
In una ciotola montate a lungo con le fruste elettriche le uova con lo zucchero e la vanillina, fino a quando non saranno diventate spumose e soffici.
Unite, continuando a montare con le fruste, la farina 00, aggiungete il burro fuso e freddo e il lievito sciolto in mezzo bicchiere di latte.
Sbucciate una pesca e tagliatela a dadini piccoli e aggiungetela al composto. 
Versate il composto in una tortiera diam. 24 foderata con carta forno e con i bordi infarinati.
Livellate il composto; pelate le pesche rimaste e dopo averle tagliate a fette spesse infilatele nel composto.
Cospargete la superficie con lo zucchero di canna e alcuni fiocchi di burro.
Preriscaldate il forno a 180 gradi e infornate il dolce per circa 40 minuti.
Servite la torta dopo averla spolverizzata di zucchero velo e accompagnatela con gelato alla crema.



sabato 30 giugno 2018

Crostata di marmellata di amarene



Cominciare la giornata con una fetta di torta per me è il massimo specie se il dolce viene dal mio forno, oggi nonostante il caldo ho acceso il forno per preparare la crostata che mangeremo domani a colazione. 
Una crostata classica friabile e irresistibile, con all'interno una marmellata di amarene, amarene che avevo raccolto in campagna.
Non amo le marmellate troppo dolci, mi piace sentire tutto il gusto della frutta e questa è proprio così brusca, brusca come piace a me...





Ingredienti per la marmellata:


800 gr di amarene

200 gr di zucchero



Lavare le amarene e successivamente denocciolarle.

Mettere le amarene in una capiente casseruola e lasciarle sobbollire a fuoco basso per circa un'ora, mescolando spesso per evitare che si attacchino sul fondo.
Aggiungere a questo punto lo zucchero, in questo modo non ci sarà bisogno di schiumare la marmellata, lasciare cuocere a fuoco basso per circa tre ore, fino a che tutto il sugo delle amarene non si sia assorbito.




Ingredienti per la crostata:

250 gr. farina 00
50 gr di farina di fecola
150 gr. burro morbido
100 gr. zucchero
1 uovo + 1 tuorlo
1 cucchiaino di lievito per dolci
1/2 cucchiaino di vaniglia in polvere
1 pizzico di sale
300 gr. marmellata di amarene

zucchero a velo



Procedimento:


Preparare la frolla lavorando dapprima il burro con lo zucchero aggiungere le uova, la vaniglia e poi pian piano incorporare le farine setacciate con il lievito e il sale. Lavorare poco l'impasto, quindi avvolgere nella pellicola trasparente il panetto di pasta e conservare in frigorifero per circa 30 minuti.
Togliere dal frigo la frolla, stendere 3/4 di frolla nella teglia imburrata e infarinata, cospargere di marmellata e ricoprire  con la frolla rimasta dopo averla stesa, sigillare bene e bucherellare con una forchetta tutta la superficie,
Infornare a forno statico preriscaldato a  170° per circa 30 minuti, fino a completa doratura della crostata. Lasciare raffreddare e dopo aver posizionato il dolce sul piatto cospargere di zucchero a velo.

mercoledì 27 giugno 2018

Spaghetti integrali con fiori di zucca e acciughe




Un primo piatto molto semplice da realizzare e con un prodotto del mio orto: gli zucchini e i loro fiori.
E' bastato aggiungere acciughe e mozzarella per rendere questo piatto saporito e appetitoso.
Volutamente ho abbondato con le acciughe, proprio per presentarlo molto stuzzicante, ma sta a vostra discrezione diminuire il numero delle acciughe.
Inoltre l'aggiunta della mozzarella rende gli spaghetti ancora più invitanti, una ricetta che mi sembra perfetta per il periodo estivo.



Ingredienti per 4 persone:
280 gr di spaghetti integrali
1 mozzarella
15 fiori di zucca
1 zucchina piccola
40 gr di pane grattugiato
10 filetti di acciuga sott'olio arrotolati con il cappero
olio E.V.O.
1 peperoncino
sale e pepe bianco
1 spicchio di aglio
brodo vegetale q.b.



Procedimento:
Eliminate dai fiori di zucca la base e il pistillo centrale, quindi sciacquateli delicatamente sotto acqua corrente fresca e sempre delicatamente asciugateli con carta assorbente da cucina, dopodichè lasciateli asciugare. 
Tagliate la zucchina a rondelle dopo averla ben lavata.
Pelate lo spicchio di aglio e schiacciatelo con il palmo della mano.
Tagliate a filetti i fiori di zucca.
In una piccola padellina fate tostare il pane grattugiato senza aggiungere grassi.
In una padella grande soffriggete l'aglio e il peperoncino in un filo di olio e unite 6 filetti di acciuga scolati dal loro olio e i capperi e fateli sciogliere, unite anche le zucchine tagliate a rondelle e lasciate insaporire per alcuni minuti.
Aggiungete alcuni cucchiai di brodo vegetale e portate a cottura le zucchine che devono essere leggermente al dente, aggiungete i fiori di zucca in precedenza tagliati, mescolate, quindi spegnete il fuoco, per ultimo togliete lo spicchio d'aglio e il peperoncino.
Cuocete gli spaghetti in abbondante acqua leggermente salata e dopo averli scolati al dente saltateli in padella con il sugo preparato, fate mantecare,  aggiungete il pangrattato tostato mescolate e servite decorando il piatto con una base di mozzarella tagliata a dadini o a striscioline e con i filetti di acciuga rimasti. 



domenica 17 giugno 2018

Torta morbida con le ciliegie e farina integrale




 Ma quanto sono buone le ciliegie? Peccato che spariscano sempre troppo in fretta  e che si debba aspettare tanto tempo per trovarle buone, dolci e di un bel rosso deciso…
Con le ciliegie ho preparato un’altra torta, completamente diversa da quella preparata la settimana scorsa.
Questa è una torta  morbida, delicata e soffice,  adatta per ogni occasione, colazione o merenda, di una semplicità estrema e velocissima da preparare, cosa desiderare di più!!!




Ingredienti:

100 gr di farina 00
100 gr di farina integrale
300 gr di ciliegie
100 gr di zucchero
1 bustina di lievito per dolci 
2 bustine di vanillina
2 uova
120 gr di burro
zucchero a velo q.b.



Procedimento:

Denocciolate le ciliegie e tagliatele in pezzetti.
Montate le uova con lo zucchero e la vanillina con le fruste elettriche fino ad ottenere una crema soffice. Setacciate le farine con il lievito e unitele alla crema poco per volta.
Fate fondere il burro e a filo unitelo al composto.
Il composto ottenuto risulterà denso e consistente.
Unite le ciliegie tagliate a pezzetti all’impasto e mescolate delicatamente. per amalgamarle.
Foderate con carta forno una tortiera a cerniera con diam. 22.
Versate il tutto e cuocete per circa 30 minuti a 180 gradi con forno statico.
Trasferite la torta una volta che si sarà raffreddata e spolverizzate con zucchero a velo.






  


sabato 9 giugno 2018

Baccalà alla molisana






La ricetta arriva da un programma di una tv locale, che mi ha subito incuriosita.
Si tratta di un piatto della tradizione molisana, è un piatto molto ricco e gustoso, perfetto anche come piatto unico. Un piatto dall'esecuzione semplice, ma dal sapore inconfondibile. 



Ingredienti:
merluzzo in tranci  circa 200 gr.
80 gr di mollica di pane
20 gr di noci
10 gr di uva passa
50 gr di olive nere denocciolate
6-7 pomodorini (rossi e gialli)
1/2 bicchiere di vino bianco secco
foglie di alloro
1 spicchio d’aglio
prezzemolo (una manciatina)
olio extravergine di oliva
sale e pepe q.b.


Procedimento:

Posizionate i tranci di merluzzo in una teglia con alcuni cucchiai di olio E.V.O.
Mettete in ammollo in acqua tiepida l'uvetta per una decina di minuti, quindi strizzatela bene.
Sbriciolate la mollica di pane.
Tritate le foglioline di prezzemolo con uno spicchio di aglio
Sbriciolate anche le noci.
Unite, quindi mollica di pane, prezzemolo, aglio, uvetta, noci , sale, un macinata di pepe e aggiungete a filo l'olio E.V.O. fino a quando le briciole di pane non saranno ben impregnate.
Cospargete con olio E.V.O. una teglia e adagiatevi le foglie d'alloro, quindi coprite la teglia con la metà del trito, sistemate sopra al trito il baccalà, e intorno tutti i pomodorini tagliati a metà.
Ricoprite tutto con il trito rimasto.
Cuocete in forno preriscaldato a 180 gradi, avendo cura di ricoprire la teglia con un foglio di alluminio per i primi dieci minuti, quindi aggiungete un bicchiere di vino bianco secco,  togliete il foglio e continuate la cottura per altri 30 minuti.
Servite il baccalà ancora caldo irrorato con il sughetto di pomodoro che si è creato durante la cottura.




domenica 3 giugno 2018

Crostata morbida di ciliegie




E' tempo di ciliegie e di crostate, eccone una semplice ma gustosissima, dolce e sfiziosa.
Era mia intenzione ricoprirla interamente con un sottile disco di pasta, ma alla fine ho optato per larghe strisce che la ricoprissero quasi interamente, lasciando solo alcuni piccoli spazi da dove poter intravedere le ciliegie.



Ingredienti:

Per la frolla:
250 gr di farina 00
100 gr di zucchero
1 uovo + 1 tuorlo
1 bustina di vanillina
120 gr di burro
50 gr di yogurt bianco
1 cucchiaino di lievito per dolci

Per la farcitura:
300 gr di ciliegie
marmellata di ciliegie
zucchero a velo



Procedimento:
Lavare e denocciolare le ciliegie e tenere da parte.
Preparare la frolla lavorando dapprima il burro con lo zucchero aggiungere le uova, la vanillina, il lievito e poi pian piano incorporare la farina setacciata e lo yogurt. Lavorare poco l'impasto, quindi avvolgerlo nella pellicola trasparente e conservare in frigorifero per circa 30 minuti.
Togliere dal frigorifero la frolla, stendere 3/4 di impasto in una teglia a cerniere (diam. 27), quindi cospargere di marmellata l'intera superficie. Ricoprire con le ciliegie tagliate a metà, e sistemarle sulla superficie.
Stendete la pasta rimasta e ricavatene delle larghe strisce con cui andrete a ricoprire quasi interamente la torta.
Infornare in forno caldo a 180 gradi  per 35 - 40 minuti, o almeno fino a completa doratura della crostata.
Togliete dal forno e riversatela sul piatto, lasciate raffreddare e poi cospargete con abbondante zucchero a velo.





mercoledì 9 maggio 2018

Torta amaretti, pere e cioccolato.


Avevo visto al mercato una confezione di pere, bellissime di un bel colore giallo e dorato, e che al tatto mi erano sembrate perfette, ovviamente le ho acquistate... ma  giunta casa mi sono accorta che quelle pere così belle erano però durissime.
Ovviamente ho aspettato qualche giorno sperando che maturassero, alla fine stanca di aspettare ho deciso per una buonissima torta...



Ingredienti:

300 gr di farina 00
150 gr di zucchero
5 uova 
100 gr di burro
100 gr di amaretti
100 gr di cioccolato fondente
1 bustina di lievito vanigliato
2 pere grandi c.a. 500 gr
zucchero a velo (facoltativo)



Procedimento:

Tritate il cioccolato con un coltello.
Sbriciolate  gli amaretti grossolanamente.
Fate fondere il burro.
In una terrina mescolate il lievito con la farina, aggiungete anche lo zucchero e le uova. 
Amalgamate bene gli ingredienti, ora aggiungete il burro fuso, gli amaretti e il cioccolato.
Nel caso il composto risultasse troppo denso potete aggiungere alcuni cucchiai di latte o un po' di liquore (rum).
Dopo aver lavato le pere, sbucciatele.
La prima tagliatela a fette, non sottili, l'altra a pezzettini, che andrete ad aggiungere all'impasto.
Imburrate una teglia a cerniera diam. 27 cm. versare tutto il composto e disponete le pere tagliate a fettine sulla superficie disponendole a ventaglio.
Cuocere in forno a 180 gradi per 40 minuti circa, verificate la cottura facendo la prova con uno stecchino, quindi sfornatela e disponetela sul piatto e a vostro piacere spolverate con zucchero a velo.

venerdì 4 maggio 2018

finocchi alla pizzaiola

Una ricetta insolita quella di oggi, ma vi assicuro buonissima. Un contorno veloce e facile da preparare, ma altrettanto sfizioso e appetitoso, un contorno diverso, sano e gustoso.
Sono perfetti sia per accompagnare piatti a base di carne o di pesce oppure semplicemente con le uova, come abbiamo fatto noi e qui la scarpetta è d'obbligo!!!


Ingredienti:  
800 gr di finocchi
300 gr di passata di pomodoro
1 scalogno
1 spicchio di aglio
olio E.V.O.
un pizzico di sale
pepe bianco
1 puntina di zucchero
alcune foglioline di basilico
3 - 4 cucchiai di parmigiano - reggiano grattugiato

Procedimento:
Per la salsa al pomodoro:
In una padella capiente versate l’olio E.V.O. e lo scalogno tritato finemente.
Fate soffriggere a fuoco lento la cipolla e lo spicchio di aglio, fino a che la cipolla non sia traslucida, quindi unite la passata di pomodoro, le foglioline di basilico, salate, unite una puntina zucchero per rendere il sugo meno acido e una spolverata di pepe bianco, per finire alcuni cucchiai di acqua in modo che il sugo si possa ben amalgamare, mescolate bene, alzate leggermente la fiamma, mettete il coperchio e tenete mescolato ogni tanto.
Fate cuocere il sugo per circa 20 minuti fino a che non sia denso e vellutato.


Preparazione del piatto:
Pulite i finocchi togliendo le foglie esterne più dure e danneggiate, tagliateli a fettine regolari,  quindi sciacquateli sotto l’acqua corrente.
Portate a bollore una pentola di acqua salata e fatevi cuocere i finocchi per cinque minuti. 
Trascorso il tempo necessario scolateli e passateli in padella con la salsa di pomodoro e portateli a cottura.
Unite alcune manciate di parmigiano grattugiato, coprite per qualche minuto il coperchio in modo che il formaggio possa fondere e servite.

giovedì 3 maggio 2018

Risotto agli asparagi - un classico di primavera

Il risotto con gli asparagi... un  classico di primavera, un primo gustoso e  in grado di soddisfare tutti per la sua bontà.
Con il riso Carnaroli gli asparagi si legano benissimo, rendendo questo primo davvero raffinato!!!

ingredienti  per 4 persone
350 g di riso carnaroli
1 bicchiere di vino bianco
1 mazzetto di asparagi
1 scalogno 
 noce di burro
olio E.V.O. 
sale e pepe 
1/2 litro di brodo vegetale
Parmigiano - Reggiano


Ingredienti:


Tritate finemente lo scalogno e fatelo rosolare delicatamente in una casseruola con due cucchiai di olio E.V.O. senza che prenda colore e mescolando con un cucchiaio di legno. 
Aggiungete il riso e lasciatelo tostare per un paio di minuti girandolo con il cucchiaio, finché sarà traslucido; bagnatelo con il vino e fatelo evaporare a fiamma viva; aggiungete gli asparagi tagliati a tocchetti, quindi bagnate il riso con un mestolo di brodo e portatelo a cottura, incorporando, a mano a mano che viene assorbito, il restante brodo ben caldo per ultimo aggiungete il sale ed una macinata di pepe. 
Togliete il risotto dal fuoco, incorporate subito il burro  a pezzetti, 30 g di grana grattugiato e mescolate energicamente per mantecare. 
Coprite il recipiente e fate riposare il risotto per un paio di minuti in modo che i sapori si amalgamino. Portatelo in tavola dopo aver messo al centro il grana  tagliato a piccoli tocchetti.

lunedì 16 aprile 2018

Torta fondente al cioccolato


Un'altro giorno di pioggia, il mio umore è nero come il colore delle nuvole che ci stanno intorno, per addolcirmi ci vuole qualcosa di dolce, quindi oggi torta speciale!!!
Devo giusto finire gli ultimi pezzetti di cioccolato delle uova, che nessuno mangia più,  per cui utilizzerò proprio quelli.
Questa torta  è un dolce con un interno golosissimo, due creme una gialla e una al cioccolato fondente, morbide, cremose e cioccolatose, un dolce al cucchiaio che è una vera delizia!!!



Ingredienti per teglia diam. 24 cm.

per la frolla: 
gr. 250 di farina 

gr. 120 di burro freddo 
gr. 120 di zucchero 
1 uovo intero
gr. 20 di cacao amaro 
un cucchiaino di lievito per dolci 
cacao q.b. per lo spolvero


per la crema pasticcera e al cioccolato: 

gr. 500 di latte intero 

3 tuorli 
gr. 50 di farina 
gr. 100 di zucchero 
1 bustina di vanillina
gr. 100 di cioccolato fondente 




Procedimento:
Per la crema:
Con le fruste elettriche lavorare i tuorli con lo zucchero, fino a che il tutto risulti chiaro e senza grumi.
Unite continuando a mescolare la farina, a seguire la vanillina, quindi il latte leggermente intiepidito, portate tutto sul fuoco e portate  ad ebollizione su fuoco basso e senza smettere di mescolare.
Dividete la crema in due parti uguali e ponetele in due ciotole separate, in una mettete il cioccolato dopo averlo spezzettato e mescolate fino a quando non sarà completamente sciolto.
Lasciate raffreddare.
Per la torta:
Nel frattempo preparate l'impasto per la torta mescolando tutti insieme gli ingredienti.
Lavorate la pasta velocemente e lasciatela riposare al fresco per un'ora.

Dividete la pasta in due parti, con la prima foderate una teglia a cerniera diam. 24 cm. rivestendo anche i bordi, versate un primo strato di crema, livellatela, sopra distribuite la crema al cioccolato.
Prendete l'altra metà di pasta e stendetela con le stesse dimensioni della teglia, quindi riversatela nella teglia e sigillandola con l'impasto di base,
Cuocete in forno statico a 180 gradi per 35 - 40 minuti.
Lasciate raffreddare, sistemate la torta sul piatto da portata e spolverizzate di cacao.


domenica 15 aprile 2018

Riso e patate





Continua il freddo... e come rimedio naturale in queste giornate così umide e fredde, che ricordano più l'autunno che la primavera, ho preparato il risotto con le patate, un primo semplice da realizzare ed economico, ma sfizioso e saporito che vi stupirà per la sua bontà.
Questo risotto è confortevole ed appetitoso, rustico, semplice e alla fine il risultato è quello di  un risotto cremoso ed avvolgente.


Ingredienti per 3-4 persone:
240 g di riso Arborio
3 patate medie a buccia rossa (circa 300 gr)
1 acciuga (facoltativa)
mezza cipolla
1/2  bicchiere di vino bianco secco
3 cucchiai di olio E.V.O.
Parmigiano - Reggiano grattugiato
1 lt. di brodo di carne
sale e pepe bianco



Lavate le patate, pelatele e tagliatele a cubetti piccoli, circa 1 centimetro.
Scaldate il brodo di carne.
In una pentola mettete l'olio, la cipolla tritata finemente e un'acciuga dopo averla ben scolata dal suo olio di conservazione, e fate rosolare fino a che la cipolla risulti trasparente e l'acciuga completamente sciolta.
Aggiungete le patate e fatele rosolare a fiamma media per qualche minuto.
Aggiungete il riso e fatelo tostare, sfumatelo con il vino bianco, unite una punta di un cucchiaino di triplo concentrato, quindi portate a cottura il riso aggiungendo  via via il brodo, ogni qualvolta si sia assorbito e rimescolando spesso.
Quando il riso sarà pronto, salatelo, aggiungete una macinata di pepe bianco e togliete la pentola dal fuoco.
Mantecate con una noce di burro e mescolate fino a quando non sarà ben amalgamato.
Aggiungete una buona dose di Parmigiano grattugiato e dopo averlo ben incorporato impiattate e servite ben caldo.




mercoledì 11 aprile 2018

Cosciotto di tacchino ubriaco di birra


Ormai è primavera, ma fa ancora freddo e continuamene piove... 
Oggi ho preparato questo  delizioso secondo piatto. Un piatto che un tempo si preparava nei giorni di festa, un piatto dal sapore intenso dove la carne a fine cottura risulta morbida e molto gustosa.
Questa preparazione è uno di quei piatti perfetti per questo inizio primavera, dove si alternano giornate fredde e piovose a calde e soleggiate, dove la natura ormai è sveglia dove tutto ormai è germogliato e le piante sono in fiore. 
Un piatto semplice e completo al quale è difficile resistere e ideale per chi ama le carni bianche...


Ingredienti:

1 coscia di tacchino (circa 800 gr)
500 ml di birra chiara
½ bicchiere di brodo
1 scalogno
1 rametto rosmarino
4 foglie di alloro
8 bacche di ginepro
Pepe nero
Sale
Olio E.V.O.


Procedimento:

Per la marinatura:
Trasferite la coscia di tacchino in un tegame capiente, ricopritelo interamente  con la birra quindi insaporite il tutto con sale, una macinata di pepe nero; aggiungete anche il rosmarino, le foglie di alloro e la cipolla rossa tagliata a fette sottili e per finire le bacche di ginepro, lasciate insaporire per circa un'ora, prima di passare alla cottura.
Per la cottura:
In una padella scaldate alcuni cucchiai di olio, quindi  fatevi rosolare bene la carne,  aggiungete tutta la marinatura e quando la birra comincerà a bollire abbassate la fiamma e coprite con il coperchio. 

Lasciate cuocere per circa 30 minuti poi girate il cosciotto e lasciate cuocere ancora per circa 30 minuti lasciando la padella scoperta in modo da lasciare restringere il sugo.
Il Cosciotto di tacchino ”ubriaco” sarà pronto quando la carne sarà leggermente rosolata e, pungendolo con una forchetta la carne risulti morbida e tenera.




domenica 8 aprile 2018

Fusilli con crema di broccoli e stracchino


Un piatto molto semplice e molto saporito, veloce e per la preparazione bastano pochissimi ingredienti.
Il formaggio stracchino, dal gusto delicato e morbido, si abbina benissimo con la consistenza un po' ruvida del broccolo, inoltre potete sostituire lo stracchino con il formaggio morbido che più vi piace (robiola, philadelphia), oppure se preferite un gusto  più delicato, anche con semplice ricotta.


Ingredienti:
 250 gr di broccolo
350 gr di fusilli
150 gr di crescenza
Latte q.b. (circa un bicchiere)
1 spicchio di aglio 
2 filetti di acciuga
1 peperoncino
Olio E.V.O.
Sale e pepe bianco


Lessate in acqua salata il broccolo, una volta cotto scolatelo e lasciatelo intiepidire. 
In un recipiente adatto mettete i ciuffetti di broccolo e la crescenza con un pizzico di pepe bianco e frullate il tutto con il frullatore ad immersione, aggiungendo a filo il latte per agevolare l'amalgama degli ingredienti e fino ad ottenere una crema densa e senza grumi.
Portate al bollore l'acqua, salata, per la cottura della pasta e portate a cottura i fusilli. 
Nel frattempo in una padella mettete un filo d'olio E.V.O. con uno spicchio di aglio e fate rosolare, aggiungete due filetti di acciuga spezzettati e un piccolo peperoncino, fate sciogliere le acciughe a fuoco basso, poi spegnete.
Scolate i fusilli e saltateli in padella con la crema di broccolo e stracchino per qualche secondo e fino a che la crema non avrà avvolto completamente i fusilli.


sabato 7 aprile 2018

Fusilli con pesto ligure, tonno e pomodorini (pasta alla Carlofortina)




Questa ricetta è un piatto tipico della tradizione sarda in particolare dell'isola di Carloforte.
E' un primo a base di tonno, pesto e pomodorini, un primo squisito e molto appetitoso, non lo conoscevo, ma mi ha subito conquistato...
Per ottenere un buon piatto si dovrebbe utilizzare del tonno fresco, che qui non è sempre reperibile, quindo ho optato per tranci di tonno al naturale.



Ingredienti  per 2 persone:
200 gr di fusilli
180 gr di tonno al naturale
1/2 cipolla
8 pomodorini ciliegiini
due cucchiai di pesto alla genovese
sale e pepe
olio E.V.O.
2 filetti di acciuga



Procedimento:

Pulite la cipolla e tagliarla a fettine sottili. In una padella scaldate l'olio e fate soffriggere la cipolla insieme ad uno spicchio di aglio, che una volta rosolato andrete a togliere.
Unite anche 2 filetti di alici e lasciatele cuocere fino a che non saranno disfatte, circa  7 - 8 minuti e con il coperchio.
Tagliate i pomodorini a pezzetti e aggiungeteli al soffritto, lasciate cuocere ancora per altri 5 - 6 minuti, sfumate infine con il vino bianco.
Aggiungete in padella per finire anche il tonno, ben sgocciolato dal suo liquido e leggermente schiacciato con una forchetta, mescolate con un cucchiaio di legno e  lasciate insaporire a fuoco basso per alcuni minuti.
Togliete la padella dal fuoco e aggiungete il pesto rigirando bene gli ingredienti.
Cuocete la pasta in abbondante acqua salata, scolatela al dente e saltatela in padella con il suo condimento, impiattate e servite ben calda.