lunedì 5 dicembre 2016

Torta di ricotta, mascarpone e ..... caffè - guancia di manzo brasata con castagne e mele


Primo dicembre 1991, un giorno indimenticabile... da allora sono trascorsi ben 25 anni!!!
Questa è la torta che ho proposto per festeggiare i miei 25 anni di matrimonio!!!
Ho riproposto con qualche variante questa torta che ha avuto un grande successo, ho cambiato un pò la farcitura per renderla più cremosa e sfiziosa ma il gusto al caffè è rimasto.
Di seguito troverete la ricetta di carne. che ho proposto come secondo, per questa serata trascorsa tutti insieme per festeggiare le nostre nozze d'argento!!!





Per la base:
70 gr di cioccolato fondente
100 gr di burro
3 cucchiai di latte
50 gr di fette biscottate integrali
200 gr di biscotti digestive


Per la crema al caffè:
1 cucchiaio di caffè solubile
120 gr di caffè ristretto
100 gr di zucchero + 100 gr di zucchero
100 gr di ricotta
100 gr di mascarpone
3 fogli di gelatina (o colla di pesce)
15 gr di amido di mais
140 gr di panna
20 gr di latte condensato
2 tuorli
150 gr di latte
cioccolato fondente all'arancia


Procedimento per la base:

In una casseruola fate sciogliere il cioccolato con alcuni cucchiai di latte e il burro, poi lasciatelo intiepidire.
Con il mixer tritate i biscotti e le fette biscottate, a filo fate scendere nel mixer in funzione il composto di burro e cioccolato.
Con questo composto rivestite una teglia a cerniera (diam 24) rivestendo e compattando bene anche i bordi, quindi mettete in frigorifero per un'ora.
Tenete a parte un po' di briciole per la copertura.

Per la farcia:
Mettete in  ammollo la gelatina in acqua tiepida per 10 minuti.
In una ciotola montate a crema lo zucchero e i tuorli con le fruste elettriche, aggiungete la farina di fecola e a filo il latte e il cucchiaino di caffè solubile, amalgamate bene quindi mettete il tutto in una pentolina e posizionate sul fuoco basso fino a quando la crema non si sarà addensata.
Togliete dal fuoco e aggiungete la gelatina strizzata, mescolando fino a quando non si sarà tutto amalgamato, quando si sarà intiepidito aggiungete 40 gr di caffè ristretto.
In un'altra ciotola amalgamate, sempre con le fruste il mascarpone con la ricotta, lo zucchero e 40 gr di caffè ristretto e il latte condensato.
Montate la panna e sempre montando unite gli ultimi 40 gr di caffè, unite il composto di mascarpone e ricotta e per finire il composto di uova.
Riempite con questa crema la base di biscotto e posizionate in frigorifero per alcune ore.
Spolverate con cioccolato all'arancia grattugiata, e le briciole che avete tenuto a parte.





Guancia brasata con castagne e mele


Una guancia di manzo circa 800 gr
gr 200 di castagne lessate e pelate
gr 150 di albicocche secche
odori ( sedano, carota, cipolla) 
2 mele renette
burro 
fecola 
chiodi di garofano
ginepro 
alloro
vino rosso corposo
brandy
olio E.V.O.
sale e pepe bianco



Procedimento:


Mettete la guancia  di manzo in un recipiente profondo, copritela di vino rosso, aromatizzatela con gli odori ridotti a pezzetti, 2 foglie di alloro, alcuni chiodi di garofano, qualche bacca di ginepro, un cucchiaio di grani di pepe, chiudete con la pellicola e  passate in frigorifero lasciando marinare la carne per una notte.
Toglietela quindi dalla marinatura e rosolatela in una casseruola che possa contenere anche la marinata, a fuoco vivo e con un filo di olio caldo, finchè non risulti colorita da tutti i lati.
A questo punto aggiungete la marinata, salate, mettete il coperchio alla casseruola  e lasciate stufare a fuoco lento per circa 2 ore.
Nel frattempo, lavate le mele, privatele del torsolo, e senza pelarle riducetele a tocchetti che rosolerete in padella con una noce di burro spumeggiante, insieme alle albicocche e alle castagne, salate e pepate, aggiungete un dito di brandy e fate sfumare per 1 minuto e quando sarà evaporato, aggiungete il sugo del brasato, ormai cotto e filtrato.
Fate prendere il bollore all'intingolo, legatelo con un cucchiaino di fecola sciolta in pochissima acqua fredda e proseguite la cottura finchè diventerà leggermente sciropposo.
Versate l'intingolo sul pezzo di carne che avrete affettato e portate subito in tavola.












giovedì 24 novembre 2016

Ciambella allo zabaione


La colazione è il pasto che preferisco... dolce o salato non importa, ma se è dolce, che dolce sia...
Per questa mattina ho preparato questa ciambella che ho accompagnato con alcuni cucchiai di marmellata di mirtilli...
Questa è una base per un dolce molto versatile, potete aggiungere la spremuta di un'arancia, oppure gocce di cioccolato fondente, oppure tutti questi ingredienti insieme, insomma potete sbizzarrirvi con gli ingredienti che più vi piacciono!!!
Io ho pensato di aromatizzare questa sofficissima ciambella con qualcosa di completamente diverso... un liquore proveniente dall'Alto Adige che avevo acquistato l'anno passato durante la settimana bianca, perchè era ormai in scadenza e doveva essere utilizzato al più presto, quindi cosa c'era di meglio che aggiungerlo a questa ciambella per darle una nota un po' diversa dal solito... 
Con un velo di marmellata è ancora meglio!!!


Ingredienti:

3 uova
150 gr di zucchero
150 gr di burro
200 gr di farina 00
50 gr di fecola
100 ml di latte
100 ml di liquore allo zabaione
1 bustina di lievito per dolci


Procedimento:

Montate con le fruste elettriche lo zucchero con il burro morbido fino ad ottenere un composto denso e cremoso. Unite le uova una alla volta, cercando di far assorbire del tutto le uova prima di aggiungerne delle altre. Aggiungete la farina setacciata con il lievito, a seguire il latte e per finire il liquore allo zabaglione.
Versate l'impasto nell'apposita teglia dopo averla imburrata e infarinata.
Mettete in forno statico per 30 - 35 minuti, accertate la cottura con lo stuzzicadente quindi posizionate la ciambella sulla tortiera.

sabato 19 novembre 2016

Dolce al mandarino e cioccolato

Quello che vi propongo è un dolce al cucchiaio semplice e sfizioso, una variante della classica bavarese, perfetto per concludere con una golosità una cena tra amici.
Questo dessert dalla consistenza morbida e delicata non comporta eccessive difficoltà di esecuzione, inoltre risulta fresco e leggero e più digeribile delle tradizionali torte di pasticceria.
Io ho scelto una leggera spolverata di cioccolato, ma a vostro piacere potete sostituire il cioccolato fondente con amaretti sbriciolati...


 Ingredienti:

70 gr di zucchero semolato
80 gr di zucchero a velo 
250 gr di latte
120 gr di panna
3 tuorli
8 gr di colla di pesce o gelatina
4 mandarini
30 gr di cioccolato fondente




Procedimento:

Mettete la gelatina in ammollo nell'acqua fredda, contemporaneamente scaldate il latte, ma senza farlo bollire.
Montate con le fruste elettriche i tuorli con lo zucchero, fino ad avere un composto spumoso e chiaro.
Aggiungete a filo il latte caldo continuando a montare il composto con la frusta manuale.
Unite la gelatina ed incorporate tutto.
Spremete i mandarini e lentamente uniteli al composto, quindi lasciate raffreddare completamente.
Montate la panna e piano piano unitela al composto ormai freddo.
Mettete il composto nello stampo dai bordi alti  (mis. 20x10 h.7) e mettete in frigorifero per circa 3 - 4 ore.
Capovolgete il dolce e ricoprite con  cioccolato fondente tritato a coltello, oppure con qualche amaretto tritato grossolanamente.



venerdì 11 novembre 2016

Dolce al profumo di caffè



Dolce al profumo di caffè



Undici novembre si festeggia "l'estate di San Martino", fino ad alcuni decenni un giorno importante nelle nostre campagne, infatti era proprio in questo giorno che i contadini che erano a mezzadria si trasferivano traslocando da un podere ad un altro, dove avevano trovato migliori condizioni.
Il loro pensiero era che ci fosse bel tempo, infatti cambiare abitazione sotto la pioggia non era proprio il massimo...
E, memori della leggenda del Santo che ebbe da Dio, proprio per il suo buon cuore, una giornata primaverile, dopo aver donato metà del suo mantello al povero che camminava nella bufera, era stata scelta per cambiare abitazione.
Questo dolce che ho preparato oggi lo dedico a mia figlia che porta il suo nome, ho scelto questo perchè  a lei piace il caffè, specie quello ristretto con un forte aroma e quindi anche tutti i dolci che lo contengono...
Un dolce  facile e veloce e ideale per ogni momento della giornata.
Un involucro di biscotti che racchiude una farcia cremosa e soffice, Un dolce fresco che è possibile ottenere con pochi passaggi, ma che troverà sicuramente tanti consensi.






Ingredienti per la base di biscotto:

280 gr di biscotti secchi
120 gr di burro ammorbidito

per la farcia:
350 gr di ricotta 
200 gr di panna da montare
100 gr di zucchero
10 chicchi di caffè
1 cucchiaino di caffè solubile
1 tazzina di caffè
2 gr di colla di pesce



Procedimento:
Fondete il burro in una piccola pentolina. 
Con il mixer tritate finemente i biscotti insieme al burro fuso. Sistemate il composto in una stampo a cerniera diam. 24 cm. rivestendo anche i bordi.
Compattate bene soprattutto i bordi e mettete a riposare in frigorifero per circa un'ora.

Per la farcia: 

In una ciotola ammorbidite con la frusta elettrica la ricotta insieme allo zucchero e alla tazzina di caffè ristretto.
Immergete la gelatina in fogli in acqua fredda per almeno dieci minuti.
Riscaldate tre cucchiai di panna in un pentolino, aggiungete il caffè solubile e fatelo sciogliere. Aggiungete la gelatina e tenete mescolato, una volta che si è raffreddato aggiungetelo al composto di ricotta. Sbriciolate il caffè in chicchi e aggiungetelo al composto
Montate la panna ben fredda ed unitela piano piano al composto di ricotta
Riempite la base di biscotto con la crema al caffè  e fate riposare in frigorifero per almeno tre ore.
Estraete con delicatezza la torta dalla tortiera, decorate con scaglie di cioccolato e servite.
Trascorso il tempo necessario estraete con delicatezza il dolce al caffè dal frigorifero e decorate con cioccolato prima di servire. Conservate la torta in frigorifero.