lunedì 10 dicembre 2018

Sbriciolata all'arancia



Un dolce ricco di profumo, dal gusto delicato e dal piacevole aroma di arancia, ideale per chi ama gli agrumi nei dolci.
Un dolce dal gusto morbido, con una crema all'interno morbida e vellutata.
Una torta ideale per rendere speciale la colazione di tutta la famiglia, inoltre le arance donano una sensazione leggera e fresca, un dolce soffice e genuino facile da preparare, ma dal sapore e dal profumo inconfondibile...
Si conserva per alcuni giorni e più passa il tempo e più i profumi si amalgamano e il dolce diventa sempre più buono!!!



Ingredienti:
la buccia grattugiata di un'arancia biologica
200 gr di farina
100 di zucchero
100 di burro
1 uovo
un cucchiaino di lievito per dolci
1 bustina di vanillina

Ingredienti per la crema all'arancia:
succo e buccia di un'arancia biologica
2 cucchiai di cointreau
50 gr di zucchero 
2 uova
25 gr di farina
20 gr di maizena
1 bustina di vanillina
250 ml di latte



Procedimento:

Grattugiare la buccia dell'arancia e unirla allo zucchero.
Setacciare la farina con 1 cucchiaino di lievito per dolci e la vanillina, quindi unire il burro freddo, l'uovo, la ricotta, mescolate tutto fino ad ottenere un composto a briciole. Lasciate riposare le briciole in frigorifero sparse su una teglia e coperte dalla pellicola per circa un'ora.
(nell'eventualità che risultasse poco sbricioloso, aggiungete ancora un po' di farina).

Per la crema:
Grattugiate la buccia dell'arancia e mescolatela allo zucchero, mettete il tutto in una piccola casseruola, incorporate le uova con una frusta e mettete sul fuoco.
A filo unite, sempre mescolando, il latte, la farina e la maizena e il succo dell'arancia e lasciate cuocere finchè la crema non si rapprende, quando la crema si sarà raffreddata incorporate due cucchiai di cointreau.
Riprendete l'impasto e sistemate 3/4 di briciole sul fondo di una teglia a cerniera di diam. 22 cm. farcite con la crema e ricoprite la superficie con le restanti briciole.
Infornate a 170 gradi per circa 20 minuti, fino a che le briciole non risultino dorate.




sabato 1 dicembre 2018

Filetti di pollo alla mediterranea



I filetti di pollo alla mediterranea sono un piatto che richiama tutti i sapori della cultura mediterranea; un piatto semplice ed economico, per di più con poche calorie e pochi grassi. Questo piatto è facile e veloce, gustoso e leggero, perfetto per tutti, un modo diverso per preparare il pollo e rendere questa carne più sfiziosa.


Ingredienti:

5 filettini di pollo
farina q.b.
200 gr di datterini
20 g di pesto alla genovese
30 g di di olive taggiasche o olive nere
1 spicchio d’aglio
Brodo q.b.
Olio E.V.O.
Origano  
Sale
Pepe  nero


Procedimento:

Infarinate i filetti e teneteli da parte.
Preparate il sugo lasciando insaporire l’olio con uno spicchio d’aglio. Aggiungete i pomodorini tagliati a metà, quindi salateli per favorire la fuoriuscita dell’acqua di vegetazione dei pomodori. Unite  le olive e per ultimo il pesto genovese.
Eliminate lo spicchio d’aglio e mettete in padella con il sugo precedentemente preparato i filetti di pollo infarinati, continuando la cottura aggiungendo un mestolino di acqua o brodo, fino a completa cottura, prima di servire aggiungete una spolverata di pepe.




mercoledì 28 novembre 2018

Al ris col pist ( vecchia ricetta parmigiana)


Oggi vi parlo di un piatto semplice e gustoso della tradizione parmigiana "il riso col caval pist".
Quando si parla di pesto di cavallo o “Caval Pist” si parla di carne trita a cui viene unito un condimento fine di aglio, olio, sale, pepe ed erbe aromatiche, "la concia"; di solito si utilizza senza cottura aggiungendo qualche goccia di succo di limone, oppure scottandolo leggermente sulla piastra.
A Parma è una tradizione ed esistono ancora diverse macellerie che lo preparano.
Questo è un risotto unico nel suo genere con i suoi forti sapori ed è un'antica ricetta di estrazione popolare, è considerato un piatto povero; oggi è amato tantissimo da coloro che vogliono provare le sensazioni di una volta...



Ingredienti per 2 persone:

160 gr di riso Carnaroli o Arborio
100 gr di cavallo pesto conciato
vino bianco secco
1/2 cipolla
olio E.V.O. 
burro
1/2 cucchiaio di salsa triplo concentrato 
Parmigiano Reggiano
1 lt di brodo di carne


Procedimento:

Scaldate alcuni cucchiai di olio E.V.O. in una casseruola larga e capiente unite la cipolla sminuzzata finemente, quando la cipolla sarà trasparente aggiungete il trito di cavallo e lasciatelo rosolare per qualche minuti, quindi aggiungete il riso e fatelo tostare per alcuni minuti.
Sfumate con il vino bianco e continuate la cottura versando man mano il brodo. 
A metà cottura unite un cucchiaio raso di salso triplo concentrato sciolto in  poco brodo.
A cottura ultimata mantecate con il burro, unite il parmigiano grattugiato, date un ultima mescolata e impiattate. Per chi ama il Parmigiano, potete metterne un altra spolverata sul risotto.





martedì 27 novembre 2018

Passatelli in brodo



Dopo giorni grigi di pioggia e freddo finalmente è ricomparso il sole, ma l'aria è rimasta fredda fredda.  Mario mi ha chiesto di preparare un primo con il brodo “per scaldarsi" morbido, gustoso, che si sciolga in bocca e allora cosa c’è di meglio dei passatelli?
E visto che è proprio una bella giornata di sole li ho preparati volentieri anche se non è domenica!!!
I passatelli una ricetta creata dalle donne romagnole, che hanno saputo trasformare ingredienti poverissimi in un piatto eccellente.



Ingredienti per 2 persone:

120 gr di pane grattugiato  
120 gr di formaggio parmigiano reggiano grattugiato
2 uova (1 uovo per persona)
noce moscata a piacere
sale
Parmigiano Reggiano q.b.

Per il brodo di carne:
1 pezzo di manzo (cappello del prete)
1/2 gallina
1 carota
1 costa di sedano


Procedimento
Per il brodo:
Lavate la carne sotto l'acqua corrente. Pulite le verdure, tagliate la carota e il sedano a tocchetti e raccoglieteli in una capiente pentola piena di acqua fredda.
Unite la mezza gallina e il pezzo di manzo, ponete sul fuoco e portate al bollore. Schiumate utilizzando un mestolo forate e abbassate la fiamma. Fate sobollire dolcemente per circa tre ore semi coperto. Filtrate il brodo con un colino a maglie fitte e salatelo finchè è ancora caldo.


Per i passatelli:
In una terrina unite il pane grattugiato al formaggio, un pizzico di sale e una spolverata di noce. Impastate il composto così ottenuto aggiungendo 2 uova. Amalgamate gli ingredienti facendo attenzione alla consistenza dell’impasto che deve risultare compatto. cioè non troppo morbido, ma nemmeno troppo duro. L’impasto deve essere preparato in anticipo in modo che i sapori leghino tra loro, dando vita a passatelli rugosi e consistenti. Inserire l’impasto poco per volta nello schiaccia passatelli a fori grossi e lasciate cadere i passatelli sul tagliere o su un canovaccio. Dopo aver filtrato il brodo mettetene  la metà in una casseruola più piccola e portatela al bollore. Abbassate il fuoco, (il brodo deve bollire leggermente per non rompere questa pasta così delicata), immergete i passatelli, quando, dopo alcuni minuti questi affioreranno, saranno pronti.
Impiattate e a vostro piacere  spolverare di Parmigiano -Reggiano grattugiato.