domenica 14 aprile 2019

Sbriciolata alla crema pasticcera


E' la torta  ideale per la merenda, gradita sia dai bambini che dagli adulti.
Un cuore morbido racchiuso da uno scrigno croccante,  una torta dal profumo  persistente e dal sapore delicato.per addolcire la giornata di oggi piovosa e fredda e per accontentare il consorte che ama le torte umide, morbide e profumate...


Ingredienti:
300 gr di farina
100 gr di zucchero
100 gr di burro
1 uovo
1 bustina di lievito 
1 bustina di vanillina
buccia grattugiata di un limone biologico


per la crema pasticcera vulcanica 
(ricetta del maestro Knam)
1/2 lt di latte intero
120 gr tuorli (cinque tuorli di uova grandi)
85 gr zucchero
30 gr amido di mais
10 gr farina di riso
1 baccello di Vaniglia


Procedimento per la frolla:
Unire in una ciotola la farina lo zucchero il burro e l'uovo e iniziate ad impastare gli ingredienti con i polpastrelli, non si deve creare una frolla, ma un composto di sole briciole.
Aggiungere il lievito e la buccia grattugiata di un limone biologico. Per ultimo la bustina di vanillina.
Quando il composto risulterà sbriciolato lasciamolo riposare al fresco per circa 1/2 ora.
Trascorso questo tempo, ricoprite con metà del composto sbricioloso una teglia diam, 24 a cerniera, compattando bene con un cucchiaio.


Prepariamo nel frattempo la crema pasticcera:

Montate i tuorli con lo zucchero, unite le farine setacciate e amalgamate bene il composto fino ad ottenere un composto chiaro, gonfio e spumoso. Ora versate il latte in un pentolino dal fondo spesso, unite i baccelli di vaniglia, tagliati a metà per la loro lunghezza, quindi fatelo scaldare su fuoco moderato. Togliete il baccello di vaniglia e, quando il latte sarà caldo, versate il composto di uova e farina, senza mescolare. Il composto creerà una sorta di “coperchio” che permetterà al latte di bollire molto più velocemente. Quando il latte avrà raggiunto il bollore avverrà quello che Ernst Knam chiama “Effetto Vulcano”: si creeranno sulla superficie tante bolle che verranno a galla, ricordando appunto l’eruzione di un vulcano. A questo punto allontanate la casseruola dal fuoco e con una frusta mescolate in modo energico per 30/40 secondi. La crema pasticcera è pronta: vellutata, delicata e priva di grumi. Lasciatela raffreddare. Versate la crema pasticcera sulla  base di briciole lasciando 
circa 1 cm tra la crema e il bordo della tortiera. Ricoprite con il resto dell'impasto di briciole e compattando le briciole specie sul bordo.
Preriscaldate il forno 160 gradi in modalità ventilata e informate la teglia per 35 minuti.
La torta sarà pronta quando la superficie sarà dorata. Toglietela dal forno e  lasciatela raffreddare prima di servirla.

6 commenti:

  1. buonaa! è un grande classico che ha sempre un successo garantito!

    RispondiElimina
  2. La torta è molto golosa e trovo interessante la preparazione della crema.
    Ti faccio, con un pò di anticipo, gli auguri di Buona Pasqua. Non so se riuscirò a passare nei prossimi giorni.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Amo alla follia questa torta e la tua è semplicemente perfetta . Bravissima Flora

    RispondiElimina
  4. Adoro la consistenza di questo dolce! Auguri di buona Pasqua cara !

    RispondiElimina
  5. Fantastica questa torta, delicata e molto ben realizzata, mi stuzzica molto e mi fa venire gran fame!

    RispondiElimina