lunedì 14 ottobre 2013

Sacher Torte



La torta Sacher è probabilmente la torta al cioccolato più conosciuta e amata al mondo; questa raffinatezza è un altro dei dolci tipici della tradizione austrica, questa torta che risale al 1832 fu ideata dal giovane Franz Sacher, un giovane aiuto cuoco di soli sedici anni il quale sostituiva quel giorno un pasticcere ammalato
Franz dovendo preparare un dolce per il principe Von Mitternich Winnesburg decise di amalgamare alcuni elementi naturali e della tradizione, come il cioccolato e la marmellata per dar vita ad un dolce dalla consistenza morbida e fondente, delicato e invitante.
Neanche a dire che questa prelibatezza ebbe subito un gran successo e venne chiamata Sacher Torte.
La ricetta originale tuttora è custodita gelosamente a Vienna e non viene svelata a nessuno.
Io non sono stata all'altezza di Franz Sacher, specialmente per quanto riguarda la copertura, ma la torta è risultata ugualmente eccezzionale, specie se accompagnata da un buon caffè... e ci voleva proprio un buon caffè, perchè la cucina era ridotta ad un campo di battaglia, il cioccolato era sparso un po' ovunque, insieme a teglie, pentolini,  casseruole da lavare, praticamente un paio d'ore per riportare la cucina ad uno stato accettabile...







Ingredienti per una teglia di 24 cm.

5 Uova
150 gr di zucchero 
150 gr di farina
150 gr di burro
150 gr di cioccolato fondente di ottima qualità
1 pizzico di sale
1 bustina di vanillina 

Ingredienti per farcire:

200 gr di zucchero
200 gr di cioccolato fondente
100 ml di acqua
350 gr di marmellata di albicocche
alcuni cucchiai di rum





Procedimento:

Sciogliere in un pentolino il cioccolato a bagnomaria, a parte fondere in un'altro recipiente il burro.
Unire il cioccolato al burro mescolando delicatamente e lasciare intiepidire.
Separare i tuorli dagli albumi; in una terrina montare con la frusta elettrica i tuorli con metà dello zucchero, fino a farli diventare bianchi e spumosi, a filo unire la miscela di cioccolato e burro, ormai intiepidita.
Montare a neve gli albumi, unire lo zucchero rimasto e la vanillina, continuare a montare gli albumi fino ad avere un composto sodo e compatto.
Aggiungere delicatamente con una spatola, gli albumi montati, alla miscela di cioccolato preparata in precedenza.
Aggiungere al composto la farina dopo averla setacciata e  incorporarla delicatamente con una spatola fino ad ottenere un composto omogeneo e privo di grumi.
Versare il composto in un teglia, foderata con carta forno, e inserirla in forno preriscaldato a 180 gradi (forno statico) per circa 40 minuti,  o finchè inserendo uno stuzzicadenti al centro, non ne esca pulito e asciutto.


Togliere dal forno la torta e lasciarla intiepidire, estrarre la torta dalla teglia e farla raffreddare completamente.
In una casseruola fare sciogliere a fuoco basso  la confettura di albicocche con alcuni cucchiai di rum, quindi portarla al bollore e setacciarla con un colino. 
Tagliare la torta in due dischi, stendere 200 gr di confettura sul disco di torta e ricoprire con l'altra metà della torta; spennellare l'intera superficie e i bordi con la confettura rimasta e lasciare asciugare.





Per la preparazione della glassa al cioccolato:
Tritare il cioccolato e farlo sciogliere a bagno maria, in un'altro pentolino sciogliere lo zucchero con l'acqua e portare a bollore e lasciare ribollire per 2 - 3 minuti al massimo.
Togliere dal fuoco e unire il cioccolato completamente sciolto, mescolare finchè il tutto non diventi liscio e morbido e completamente privo di grumi.
Rovesciare immediatamente sulla torta il composto, tenendone da parte solo alcuni cucchiai, quindi con un coltello livellare il cioccolato uniformemente sulla torta, ricoprendo anche i bordi.
Fare indurire la copertura e lasciare riposare la torta, dopodichè con una tasca da pasticcere scrivere sulla torta con il cioccolato rimasto, l'inconfondibile scritta "Sacher".
La torta Sacher è ottima accompagnata da un ciuffo di panna e con un buon caffè...



4 commenti:

  1. Ciao Flora! che buona la sacher! io adoro cucinare, inventare, sperimentare, purtroppo poi tocca anche rimettere a posto :( vorrei una bacchetta magica!!!
    a presto bea

    RispondiElimina
  2. Io l'adoro questo classico! Un bascio!

    RispondiElimina
  3. ci credi che io non l'ho mai provata.. allora ora che ho la ricetta me la faccio da sola!!:-)

    RispondiElimina
  4. Ricetta originale o non per me questa tua è una vera delizia a cui difficilmente saprei resistere! io l'ho fatta una sola volta e mi piacque tanto ma non ho avuto poi più modo di rifarla o meglio il pensiero! Mi gusto la tua intanto!

    RispondiElimina