sabato 10 marzo 2012

Tagliatelle del contadino



Passavo le mie vacanze estive da Zia Elisa, lei abitava in un paesino nel Veneto, con pochi abitanti, ai piedi delle Alpi..
Gestiva un negozio dove si poteva trovare di tutto - e quando dico tutto intendo proprio tutto -
Tranne gli alimentari non c’era nulla che non si potesse comprare lì: camicie, golfini, calze, ma anche porcellane, bicchieri, giocattoli, pentolame e ancora libri, quaderni, gomme, penne; bastava chiedere e lei lo avrebbe trovato, magari nascosto in qualche remoto angolo del negozio…
Era una cuoca fantastica, rientrava a casa a mezzogiorno e a mezzogiorno e mezza si mangiava; in brevissimo tempo riusciva a preparare dei pranzetti di cui ancora ricordo il profumo, la ricetta che propongo è una di quelle che sapevano davvero allietare le giornate.

Tagliatelle del contadino

Ingredienti per tre persone:

180 gr di tagliatelle
½ cipolla
olio
15 gr di funghi porcini secchi 
Brodo q.b.
Salsa triplo concentrato
3 fette di prosciutto cotto
Pomodori pelati
Panna
Formaggio Parmigiano grattugiato
Prezzemolo
Aglio





 Procedimento:

Tritare finemente la cipolla e farla soffriggere in alcuni cucchiai di olio, aggiungere i funghi ben strizzati dall’acqua fredda in cui li avevate ammollati e il prosciutto cotto tagliato a striscioline.
Farli quindi rosolare, aggiungere un po’ dell’acqua in cui avevate lasciato in ammollo i funghi, un po’ di brodo,  una puntina di  triplo concentrato di pomodoro, i  pomodori pelati, cuocere a fuoco basso e con il coperchio per circa 40 minuti.
Tritare insieme aglio e prezzemolo e farlo rosolare a parte in un po’ d’olio, quindi unirlo al sugo precedente, mescolando bene, per ultimo aggiungere la panna. Far cuocere al dente le tagliatelle in acqua salata; dopo averle scolate, unire il sugo e farle saltare in una padella per alcuni minuti, cospargerle di parmigiano grattugiato e servirle ben calde.

Nessun commento:

Posta un commento