domenica 16 dicembre 2012

Sformato di riso e prosciutto crudo





A Natale tutti dobbiamo essere più buoni, più gentili, ma evidentemente lo spirito natalizio non è ancora arrivato qui da me.
Questa mattina mi sono alzata con “il piede destro girato” ero proprio di cattivo umore.
Nonostante questo, sembrava che tutto andasse abbastanza  bene, finchè a  metà mattina qualcosa ha fatto scattare la molla arteriosa.
Mi sono lasciata andare,  ho urlato,  tanto da fare invidia ad una soprano, una furia scatenata...  ma finalmente ho chiarito alcune cose sull’”ordine” in casa.
Non sopporto il disordine, è più forte di me…
Poi mi sono rifugiata in cucina per calmarmi, qui finalmente ho trovato un po’ di pace, cucinare mi rilassa e mi fa passare le paturnie.
Ieri mi ero riproposta di cucinare, con qualche piccola variante uno sformato di riso, che avevo visto preparare in un programma televisivo.


Ingredienti:

1 lt di latte
prosciutto crudo a fette
350 gr di riso
80  gr di burro fuso
100 gr di parmigiano reggiano grattugiato
2 uova
erba cipollina
timo
aneto
prezzemolo
pane grattugiato
burro
sale e pepe


Procedimento:

Fare bollire il latte e unire il riso, salare e portare a cottura il riso, a fuoco moderato, finchè tutto il latte non è stato assimilato.
Trasferire il riso in una ciotola e lasciare raffreddare.
Con una forchetta sgranare il riso e condire con burro fuso  e  il parmigiano grattugiato.
Amalgamare bene gli ingredienti, quindi aggiungere i tuorli, un pizzico di sale e uno di pepe, le erbe aromatiche tritate finemente, tenere ben mescolato.
Montare a neve gli albumi e incorporarli delicatamente al riso.
Prendere uno stampo da plum cake e dopo averlo imburrato, cospargerlo con pane grattugiato.
Formare uno strato di riso sulla base dello stampo, pressare un poco, quindi adagiarvi fino a ricoprirlo completamente con fette di prosciutto crudo.
Ripetere con un altro strato di riso, uno di prosciutto crudo e terminare con uno strato di riso.
Spolverare con pane grattugiato e mettere in forno a 220 gradi per c.a. 20 minuti.
Tagliare a fette lo sformato e buon’appetito!!!






24 commenti:

  1. ogni tanto una sana sfuriata fa benissimo!anzi le persone con troppo self control quasi mi preoccupano!lo sformatino è eccezionale!bravissima,bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :) efettivamente dopo sono stata molto meglio!
      Buona serata!
      Flora

      Elimina
  2. Ah cara.. Ogni tanto sclero anche io, e quando lo faccio do il meglio di me stessa. Che buono questo sformato, ha l'aria di essere delizioso! Adesso spero che riposerai bene e che domani sarà un giorno migliore. Ti abbraccio! Buonanotte! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ieri ero moooolto sclerata.... Grazie del conforto:)
      Buona giornata

      Elimina
  3. Lo sformato è delizioso! Per quanto riguarda le sfuriate, non so con quanta gente tu debba combattere, ma io ne ho 4 che si allargano come dei blob e ormai nei dintorni conoscono benissimo la mia voce! Un bascio!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noi siamo solo in tre ma ti assicuro fan per sei'!!
      A presto e buona settimana

      Elimina
  4. davvero carina la tua proposta...brava davvero!
    bacioni

    RispondiElimina
  5. Ogni tanto fa bene sfogarsi:) la cucina rilassa anche me e questo sformato deve essere davvero una delizia!!!!
    Baci

    RispondiElimina
  6. Questi sformatini sono deliziosi sia nella farcia che nella forma :-) Bravissima! Hai fatto bene a sfogarti anche perchè se si tiene tutto dentro si rischia di esplodere e ci si fà il sangue amaro per troppo tempo ^.^

    RispondiElimina
  7. Lo sai che anche a me cucinare rilassa tantissimo e mi fa passare il malumore? Ottimo questo sformato, molto scenografico e sicuramente gustoso!

    RispondiElimina
  8. Ottimo FLora:-) un abbraccio e buonissimo!! Brava:-)

    RispondiElimina
  9. Flora cara faccio l'avvocato del diavolo e cerco un pochino di difendere i disordinati di casa tua... anche io sono moooolto disordinata e cerco di contenermi ma la mia "natura" spesso prende il sopravvento e io non riesco a tenerla a bada...quindi sii clemente...
    L'idea dello sformato è ottima, domenica hanno organizzato una cena buffet dove ognuno porta qualcosa e mi sa che io preparo questo :D
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il problema sta nel fatto che alla fine l'unica che mette in ordine sono solo io gli altri piano piano si defilano...
      chi per una cosa chi per l'altra e io rimango sola a riordinare! E questo ormai da tempo, ieri è probabile anche fossi un pò in arterio!
      Spero che lo sformato ti sia venuto bene!
      Buona settimana
      Flora

      Elimina
  10. Un'idea geniale cara, complimenti! Molto invitante!
    Baci

    RispondiElimina
  11. Ma che buono e originale! Pensavo che il riso si cuocesse nel latte solo per fare i dolci, e invece no. Brava! Quanto agli strilli, ogni tanto ci vogliono: fanno bene a chi li fa, e anche a chi li riceve; però un po' di sano disordine in una casa viva ci vuole (ho detto un po'!). Baci

    RispondiElimina
  12. In casa c'è purtroppo sempre un pò di disordine, quando si lavora, si studia, si è sempre un pò di corsa ed ê difficile tenere tutto in ordine, io strillo semplicemente perché alla fine sono la sola a rimetter tutto a posto...
    Buona serata
    Flora

    RispondiElimina
  13. Ciao!
    che bello il nome di questo blog!
    e il tuo sformato?Gnam Gnam sembra squisito!adoro il riso...

    ps: non per essere "rompi palle"...ti volevo dire che hai scritto nella lista degli ingredienti due volte: prosciutto crudo a fette!

    Buona serata
    Angelica

    RispondiElimina
  14. Grazie:)
    Per quello che mi hai detto! Cercherō di essere meno rompiballe e sistemerò il prosciutto crudo!
    Buona serata
    Flora

    RispondiElimina
  15. Anche a me il disordine da fastidio ! poi con degli adolescenti in casa è facile che mi parta l' embolo !!!
    In compenso quand'è così la cucina è un toccasana !

    RispondiElimina