mercoledì 4 novembre 2015

marmellata di azzeruolo

Alcune notizie 



Si tratta di un frutto ormai dimenticato da tempo, l'azzeruolo, Questa pianta produce un frutto simile ad una piccola mela, non a caso  fa parte della famiglia delle Rosacee proprio come le mele. I frutti sono molto piccoli e possono avere un sapore dolce/acidulo, oltre che presentare al loro interno qualche seme e sono gialli o rossi.Come tutti i frutti anche l'azzeruolo porta con sé importanti proprietà: è un frutto molto dissetante, diuretico e rinfrescante.La completa maturazione dei frutti dell'azzeruolo avviene a settembre e ottobre. Si possono mangiare freschi, ma anche in conserve che durano a lungo. L'azzeruolo è usato per preparare confetture e gelatine, oltre che essere conservato sotto grappa o sotto spirito. Elena, che abita nel nostro piccolo quartiere, possiede nel suo giardino proprio questa pianta, e qui devo stendere un velo pietoso sulla mia ignoranza, ho scoperto alcune settimane fa, parlando proprio di questa pianta che in questi giorni è stracarica di frutti, di che cosa si trattava, quindi non ho esitato un attimo, ho raccolto queste piccole meline per la marmellata.Il risultato.... una marmellata molto particolare,  compatta e consistente, dal sapore leggermente acidulo ed un retrogusto di mela..... squisita!!!


Ingredienti:

1 kg. di azzeruoli
600 gr di zucchero
un bicchierino di grappa
1 lt di acqua




Procedimento:

Mettere in una casseruola un litro d’acqua, la frutta ben lavata e farla bollire fin quando si riduce a purea.
Passare al setaccio la frutta cotta e versare la purea ottenuta in una pentola a pareti alte, con  lo zucchero e il bicchierino di grappa bianca. Portare a ebollizione fin quando non si ottiene la consistenza dovuta. Versare la marmellata in vasetti sterilizzati in precedenza, chiuderli ermeticamente e adagiarli capovolti su di un piano. Trascorsi cinque minuti capovolgere i barattoli. Prima di consumarla, farla riposare per almeno ventiquattro ore.



7 commenti:

  1. Pensa che nemmeno lo conoscevo prima che ne parlassi tu :) Wow che golosa confettura hai creato! Deve essere davvero buona!

    RispondiElimina
  2. Bello avere questi alberi che sembra a non avere grande importanza, ma dalla quale si può ricavare una buona marmellata gustosa. !

    RispondiElimina
  3. Non lo conoscevo, mi hai incuriosito.

    RispondiElimina
  4. mi piace assai questa marmellata, per me proprio una novità. Bacioni cara

    RispondiElimina
  5. penso che sia la pianta delle mele -ciliegia che ho visto in questo we alla festa del bosco di Montone , frutto antico e raro, bello anche a vedersi , complimenti per la tua particolare confettura, un abbraccio
    ciao Reby

    RispondiElimina
  6. Grazie per avercelo fatto conoscere e x le interessanti notizie
    Ciaooo

    RispondiElimina
  7. Buonissimo questo frutto, l'ho piantato l'anno scorso nel mio orto, aspetto che cresca! Ottima la tua marmellata di azzeruolo, chissà che profumo! Un abbraccio!

    RispondiElimina