domenica 26 agosto 2012

Torta di Federico






Gli unici momenti in cui sono tranquilla è il fine settimana, dove finalmente riesco a rilassarmi e cosa c’ è di più bello che mettersi in cucina… quello è il mio posto, il luogo dove mi rassereno, dove riesco a farmi passare tutte le paturnie della settimana.

In questi giorni siamo di nuovo soli io e mio marito, Marty, nostra figlia è al mare con l'ospite....  effettivamente ci sentiamo un po' soli, l’unica a fare confusione è Lilly, che gira per casa con una vecchia calza in bocca, la lascia le abbaia contro, la riprende ritorna a girare con la sua calza...

La torta di oggi ha un sapore particolare è piena di vecchi ricordi! L'ho chiamata Torta di Federico.
Federico era un bimbo di tre anni e io lavoravo come educatrice nel'asilo nido che lui frequentava e la sua mamma la preparava per noi educatrici,  nel tempo ci ha dato la ricetta e io ho continuato a farla...

Ingredienti:

per la frolla:

3oo gr di farina
150 gr di burro
125 gr di burro
1 uovo intero più un tuorlo
1 pizzico di sale
1 bustina di lievito "pane degli angeli"

Per la crema:
2 cucchiai di fecola
2 bicchieri di latte
70 gr di burro
la scorza grattugiata di un limone biologico
2 cucchiai di zucchero
il succo di un limone
1 uovo intero più un tuorlo





Intridere il burro con lo zucchero, quindi unire la farina, le uova, un pizzico di sale e per ultimo il lievito. Lavorare velocemente, quindi mettere l'impasto per 1/2 in frigorifero avvolto nella pellicola trasparente.
Nel frattempo preparare la crema unendo a freddo, in una casseruola, la fecola, il latte, il burro, lo zucchero e la scorza del limone.
Fare cuocere a fuoco molto basso,  tenendo sempre mescolato, fino al bollore.
Lasciare raffreddare quindi aggiungere un uovo intero e un tuorlo mescolando fino a che non siano bene incorporati, per ultimo aggiungere il succo di un limone.
Riprendere la pasta e dividerla in due parti.
Con una parte rivestire la teglia foderata, con carta forno, punzecchiare con una forchetta, quindi versare la crema, livellare, con l’altra parte formare un disco per ricoprirla. Sigillare bene le due parti e  mettere nel forno preriscaldato a 180 gradi per 15 minuti, abbassare a 170°  per altri 15,  fino  a doratura della pasta.



Volendo è possibile ricoprire di zucchero a velo e scaglie di mandorle.


16 commenti:

  1. Come ti capisco, anche per la cucina è un momento di grande relax! Golosa la tua torta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie:)
      Bentornata Francy, ho letto che sei stata in India, come ti invidio...
      Non vedo l'ora di vedere le foto e di leggere le impressioni sul tuo viaggio!

      A presto

      Elimina
  2. Molto interessante ... da provare!!
    Un abbraccio Carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Carmen, grazie,
      E' una torta che merita di essere assaggiata!

      Elimina
  3. hai ragione Flora, anche io quando ho bisogno di rilassarmi mi rifugio in cucina e di solito preparo un dolce. Sarà felice Federico a sapere che ancora lo ricordi seppure indirettamente.
    Un'ottimo dolce, rassicurante e con tanto profumo di casa.
    Brava :-))
    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono ormai passati 33 anni, Federico è diventato ingegnere a Milano, con sua mamma siamo rimaste amiche, ci scambiamo ancora ricette dolci, mentre andiamo al lavoro...

      Elimina
  4. Ciao! ho fatto partire il mio primo contest!
    Se hai voglia di partecipare ecco qui l'indirizzo:
    http://melacannella.blogspot.it/2012/08/il-mio-primo-contest.html
    Se no cercami su facebook (blogmelaecannella)!
    A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Partecipo più che volentieri... Ma prima andrò in ferie, non vedo l'ora, ma quando torno mi impegnerò!

      Elimina
  5. Ciao, mi ispira molto questa torta che sicuramente avrà un buonissimo profumo di limone!!!
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Laura grazie di essere venuta a trovarmi! La torta è effettivamente se si può dire "limonosa"...

      Elimina
  6. Che bello aver dedicato una torta ad un bimbo che faceva parte della tua classe! Io ho sempre sognato di rimanere nella memoria delle mie maestre, per me erano seconde mamme! Piacere di aver scoperto il tuo blog, Norma

    RispondiElimina
  7. Ricordo quasi tutti i bambini della sezione di Federico, erano veramente fantastici, era una sezione molto prticolare!
    Sono passati 33 anni da allora, se li incontrassi, non potrei certo riconoscerl e mi dispiace molto...
    Fra poco andrò a vedere il tuo blog che non conosco, per cui a presto!

    RispondiElimina
  8. Deve essere una bontà questa torta;-)! Il tempo vola ma è proprio vero che le cose buone restano, con i ricordi anche ottime ricette di un tempo passato a volte nemmeno troppo lontano;-) brava e grazie a te per essere tra i miei, appena mi collego con il pc, ricambio;-) un abbraccio Cinzia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' proprio così, il tempo vola, per fortuna che i bei ricordi e le cose belle rimangono sempre dentro!
      Grazie e a presto
      Flora

      Elimina
  9. Quando il cibo è legato ad un ricordo felice ha tutto un altro sapore ^_^
    Com'è bello e delicato il tuo blog, complimenti.
    Un abbraccio ed un bacino per la piccola Lilly ^_^

    RispondiElimina
  10. Grazie Dani, un abbraccio affettuoso anche da parte nostra, Lilly compresa...
    Scusa del ritardo con cui rispondo, ma ieri c'è stato il ritorno a casa dopo le ferie, adesso si ricomincia purtroppo!

    RispondiElimina