martedì 15 gennaio 2013

Gnocchi di spinaci gratinati al forno al profumo di salvia




Un provvidenziale aiuto da Carmen! 
Era tradizione in casa anni fa preparare gli gnocchi al pomodoro durante tutto il periodo invernale e per quasi tutte le ricorrenze: il 13 dicembre per Santa Lucia, il 24 dicembre per la vigilia di Natale, il 31 dicembre per San Silvestro, il giorno dell'Epifania, il 13 gennaio per Sant'Ilario e così via.

Ma perchè sempre gnocchi? Perché è un piatto povero, infatti fino a qualche decennio fa, la massaia, con pochi soldi poteva mettere a tavola numerose persone presentando un piatto gustoso, nutriente e che accontentava grandi e piccini.

Io amo moltissimo gli gnocchi e inoltre mi piace seguire le vecchie tradizioni.

Anche per Sant’Ilario avrei dovuto preparare gli gnocchi, ma quest’anno ormai li avevo già preparati un sacco di volte e qualcuno ha cominciato a borbottare sommessamente che ne era stanco e, che insomma, avrei dovuto cambiare. Per farla breve ho letto un post di Carmen “chiacchierein cucina” la sua ricetta di gnocchi verdi con sugo alle olive mi ha entusiasmato subito. Ma poi purtropo la sua ricetta ha subito numerose varianti e alla fine è rimasta solo l’idea ed eccovi come li ho preparati:





Ingredienti per 2 persone:



250 gr di patate lesse

2 cucchiai di ricotta

80 gr di farina

50 gr di spinaci lessate

1 rosso d’uovo

Una presina di sale

Parmigiano – Reggiano grattugiato

burro

salvia



 
Procedimento:



Lessare le patate con la buccia, pulire e lessare anche gli spinaci dopo averli lavati.

Pelare e passare le patate nello schiacciapatate e formare su una spianatoia una fontana, all’interno della quale inserire una presa di sale, il tuorlo d’uovo, 2 cucchiai di ricotta, 80 gr di farina, gli spinaci strizzati e sminuzzati con un coltello; amalgamare bene e formare un panetto di pasta.

Cospargere la spianatoia con una manciata di farina, quindi con un coltello tagliare il panetto a fette, dalle quali formare dei nastri di pasta lunghi e rotondi; facendoli rotolare sulla spianatoia, allinearlli  e sempre col coltello, tagliarli formando dei cubetti (gli gnocchi) lunghi circa 2 cm. Premere il pollice al centro di ognuno facendolo scorrere sul tagliere, lo gnocco deve rotolare e assomigliare ad un ricciolo.

Immergerli quindi in una pentola dove intanto si è portata ad ebollizione abbondante acqua salata; quando affioreranno, dopo pochi muniti, raccoglierlli con una schiumarola,  sistemarli in una ciotola e condirli con un po' di burro fatto sciogliere con alcune foglie di salvia e abbondante formaggio.

A questo punto disporli in una teglia da forno, cospargere di nuovo con parmigiano reggiano grattugiato e infornare a forno caldo a 180 -190 gradi per alcuni minuti fino a gratinatura.









8 commenti:

  1. Flora, cara.. gli gnocchi sono un piatto povero ma 'ricco': di emozioni, di tradizione, di bontà! Io li adoro e così fatti, con la salvia, li trovo unici.. complimenti davvero. Anche le foto abbracciano il cuore!

    RispondiElimina
  2. Flora , Carmen ha sempre delle belle idee, però anche tu con le tue varianti sei riuscita a fare dei buonissimi gnocchi!!! E sono convinta che hai fatto felici tutti e nessuno borbottava ;)
    Un bacione

    RispondiElimina
  3. Ciao Flora :) Carmen è una maga ai fornelli ma anche tu non sei da meno, questi gnocchi sono invitantissimi! :D Complimenti, baci e buona serata!

    RispondiElimina
  4. un piatto che anche grazie alla sua semplicità io adoro.e tu li hai proposti in maniera ottima!brava

    RispondiElimina
  5. Bravissima Flora, hai fatto una splendida variante!!!
    I tuoi gnocchi sono invitantissimi!!
    Un bacione grande e buona serata
    Carmen

    RispondiElimina
  6. Ciao Flora, eccomi qui!
    Adoro gli gnocchi e mi ingolosisce molto la tua versione!!
    Mi unisco con piacere ai tuoi followers!
    Complimenti per il blog!

    RispondiElimina
  7. Un ottimo piatto, poi adoro la salvia.

    RispondiElimina
  8. Buonissimi, come te li adoro anche io e come te adoro le ricette della tradizione che si tramandano :D Bravissima!

    RispondiElimina