venerdì 30 gennaio 2015

Torta integrale farcita con marmellata di pesche e prugne



Ingredienti:
140  gr. di farina integrale
140 gr.  farina bianca
75  gr di zucchero di canna
75 gr di zucchero bianco
125 g di burro morbido
3 uova
150 ml di latte
1 bustina di lievito

per la copertura:
90 gr di panna liquida
100 gr di cioccolato bianco
300 g di confettura di pesche
1 cucchiaio di marmellata di prugne
Scaglie di cioccolato


Procedimento:

Mischiate in una terrina le due farine, unite le uova, lo zucchero di canna e quelle bianco di semola, a seguire il latte e il burro morbido e con le fruste elettriche unite il tutto fino a renderlo morbido ed omogeneo, per ultimo incorporate il lievito.

Rivestite una teglia diam. 24 con carta forno, versate il composto e cuocete in forno ventilato già caldo a 170 gradi per 25-30 minuti. Sfornate e lasciatela raffreddare, quindi tagliatela a metà.

Unite alla marmellata di pesche un cucchiaio di marmellata di prugne, (io ho usato la marmellata di prugne tipo Modena dal colore molto scuro, per donare alla farcitura un colore ambrato) spalmatela su una parte della torta, quindi ricopritela con l’altra parte.

Preparate la ganasce al cioccolato bianco portando ad ebollizione la panna, da versare bollente, direttamente sul cioccolato precedentemente tritato a coltello, mescolate energicamente con una frusta fino a quando il cioccolato si sarà fuso alla panna liquida e avrete ottenuto un composto liscio e brillante.

Stendete la ganache ancora tiepida sulla torta, lasciandola ricadere anche sul piatto, lasciate raffreddare quindi guarnite con scaglie di cioccolato fondente.

Servite la torta con un fiocco di panna e un ricciolo di cioccolata bianca.

giovedì 29 gennaio 2015

Quiche con cavolo, pecorino e prosciutto





Stavo giusto cercando un quiche, particolare e un po' diversa da solito, quando mi sono imbattuta in questa che mi subito colpita....
Ho trovato questa ricetta sul blog di Carla del blog"un'arbanella di basilico" dove ogni lunedì, propone,  una ricetta per la  rubrica light & tasty "cucina in bianco", la ricetta originale la potete trovare qui .
Si tratta di una torta light, che io ho leggermente  modificato, quindi, ora ve la propongo in una versione non più light....
L'aggiunta del pecorino  gli conferisce un profumo ed un aroma invitante e saporito, la panna invece  morbidezza e delicatezza...





Ingredienti:

1 confezione di pasta brisè
400 gr di cavolfiore 
100 g di prosciutto cotto
1 uovo
1 manciata di parmigiano
50 gr di pecorino
100 ml. di panna
sale




Procedimento:

Lavate sotto l'acqua il cavolfiore, quindi staccatene delicatamente le cimette in modo da non romperle, quindi lessatele in acqua bollente e salata per alcuni minuti, quindi scolatele e fatele raffreddare.
In una ciotola sbattete l'uovo con il parmigiano grattugiato e un pizzico di sale  aggiungete il prosciutto tagliato grossolanamente, la panna e per finire aggiungete le cimette rimestate il tutto e riversatelo sulla teglia rivestita con la pasta brisè. 
Cospargete ora con il pecorino tagliato a dadini e infornate a 180 gradi per 30-35 minuti, fino a che avrà fatto una bella crosticina, è ottima sia calda che fredda.










martedì 27 gennaio 2015

Rotolo di lonza alle noci



Il rotolo di lonza con le noci è un secondo piatto dal sapore particolare e intenso, ma gustoso, dove la carne viene valorizzata dalla  saporita fontina e dalle noci.
Una ricetta abbastanza semplice da preparare, semplice ma particolare, che ben si presta per essere gustata in allegra compagnia di amici o in occasioni importanti e visto che fra poco sarà San Valentino, potrebbe essere un’idea per prepararlo di nuovo!




Ingredienti:

800 gr di lonza
100 gr di prosciutto cotto affettato
100 gr di fontina tagliata a fette
40 gr di noci
1 ciuffettino di prezzemolo
40 gr di burro
1/2 litro di latte
sale e pepe













Procedimento:

Privare la carne dal grasso quindi aprirla a libro, e batterla in modo a appiattirla.
Appoggiatevi sopra le fette di prosciutto cotto, quindi le fette di fontina.
Lavate e tritate il prezzemolo quindi cospargetelo sopra la fontina, spargete anche le noci, dopo 
averle leggermente tritate, a questo punto arrotolate la carne e legatela ben stretta con spago da cucina.
Adagiate il rotolo in una casseruola con i pezzetti di burro diviso in fiocchetti.
fatelo rosolare in modo uniforme quindi insaporitelo con pizzico di sale  e un macinata  di pepe.
Bagnate con il latte e continuate la cottura a fuoco basso.
Lasciate cuocere a fuoco basso per circa un'ora e 1/2. finché il latte non sarà evaporato e il fondo di cottura sarà diventato cremoso.
Lasciatelo intiepidire leggermente quindi tagliatelo a fette e irroratelo con il suo fondo di cottura.

domenica 25 gennaio 2015

Tortelli di carnevale alle castagne



Prove tecniche di carnevale...
Quello che mi ha conquistato di questi tortelli è stato il ripieno,  non è quello solito che ho sempre usato ma qualcosa di speciale, castagne e cioccolato... e visto che fra poco arriverà Carnevale non ho esitato a prepararli.
Questi tortelli faranno la felicità a tutti quelli che amano il cioccolato fondente, che effettivamente predomina sul profumo delle castagne, ma nell'insieme il sapore è ottimo....
La pasta leggermente croccante racchiude una crema che  è un insieme di profumi.
Per finire, visto che avevo avanzato sia del ripieno dei tortelli, sia diverse castagne ho deciso di riuutilizzare il tutto farcendo una torta.





Ingredienti:

250 gr di farina 00
1 uovo intero + 1 tuorlo
125 gr di zucchero a velo
25 gr di burro
1 - 2 cucchiai di latte
un pizzico di sale
2 cucchiaini di lievito
zucchero a velo

per il ripieno:

200 gr di castagne (ho utilizzato quelle secche)
100 gr di cioccolato fondente
 1 cucchiaio di uva sultanina
1/2 cucchiaio di cacao
1 cucchiaino di caffè in polvere
1 dl. di brandy





Procedimento:


Cuocete le castagne, insieme ad una foglia di alloro, una volta completamente cotte, scolatele e riducetele a purea.
Per la pasta, spargete a fontana la farina, unite quindi tutti insieme gli altri ingredienti, amalgamateli e formate velocemente un panetto liscio e setoso, che farete riposare in frigorifero per circa 10 minuti.
Per il ripieno:
Tritate grossolanamente il cioccolato, e unitelo alla purea di castagne, unite di seguito il cacao amaro, il caffè solubile, tritate anche l'uvetta sultanina e unitela al ripieno, di seguito aggiungete il brandy, mescolate in modo da amalgamare bene il tutto e lasciate riposare in modo che i profumi si amalgamino perfettamente.
Ora con un tagliapasta rotondo ricavate dei dischi diam. 6 cm. e disponete un cucchiaio di ripie
no al centro di ogni disco, ripiegate la pasta libera sul ripieno in modo da formare delle mezzelune, sigillate  i bordi premendo leggermente e disponetele sulla teglia da forno, rivestita con carta  forno.
Cuocete a 180 gradi per circa 10 - 15 minuti, spolverizzateli subito con zucchero velo e servite freddi.

Torta con ripieno di castagne, cioccolato e marmellata di albicocche







Ingredienti per la frolla:
250 gr. farina
150 gr. burro morbido
100 gr. zucchero
1 uovo + 1 tuorlo
1 cucchiaino di Lievito
1/2 cucchiaino di vaniglia in polvere
1 pizzico di sale
300 gr. marmellata di albicocche
zucchero a velo




Per la farcia:
200 gr di castagne (ho utilizzato quelle secche)
100 gr di cioccolato fondente
 1 cucchiaio di uva sultanina
1/2 cucchiaio di cacao
1 cucchiaino di caffè in polvere
1 dl. di brandy
marmellata di albicocche


Procedimento:
Cuocete le castagne, insieme ad una foglia di alloro, una volta completamente cotte, scolatele e riducetele a purea.
Tritate grossolanamente il cioccolato, e unitelo alla purea di castagne, unite di seguito il cacao amaro, il caffè solubile, tritate anche l'uvetta sultanina e unitela al ripieno, di seguito aggiungete il brandy, mescolate in modo da amalgamare bene il tutto e lasciate riposare in modo che i profumi si amalgamino perfettamente.

Per la torta:
Preparare la frolla lavorando dapprima il burro con lo zucchero aggiungere le uova, la vaniglia, il lievito e poi pian piano incorporare la farina e il pizzico di sale. Lavorare poco l'impasto, avvolgere nella pellicola trasparente e conservare in frigorifero per circa 30 minuti.
Togliere dal frigo la frolla e dividere in due parti la frolla, stendere metà impasto in una teglia di diametro cm. 24, stendere alcuni cucchiai di marmellata di albicocche sulla frolla, ricoprite con il  ripieno di castagne e cioccolato  sulla marmellata, stendere la frolla rimanente formando un coperchio da posizionare sul ripieno e che richiuderà completamente la torta. 
Infornare in forno caldo a 160° per circa 40 minuti, o almeno fino a doratura della crostata.













sabato 24 gennaio 2015

Indivia belga al marsala

Un contorno veloce e pratico,un'idea originale per un antipasto o un contorno a base di insalata... 





Ingredienti per 4 persone:

600 gr di indivia belga
8 cucchiai di marsala secco
1/2 cipollina
30 gr di burro
1 cucchiaio di farina
1 cucchiaio di olio E,V,O.
noce moscata 
sale e pepe




Procedimento:

Mondate l'indivia eliminando le eventuale foglie rovinate e appassite, lavatela e asciugatela.
Tagliate quindi ogni cespo a metà nel senso della lunghezza.
Sbucciate la cipolla tritatela e fatela appassire lentamente in un tegame con l'olio e il burro.
Spolverizzate con la farina, setacciata attraverso un colino, mescolando perchè non si formino grumi e non appena sarà imbiondita, bagnate con il Marsala e profumatela con una generosa grattata di noce moscata.
Disponete i mezzi cespi di indivia belga nel tegame, insaporiteli con un pizzico di sale e una macinata di pepe e fateli cuocere a fuoco moderato per circa 15 minuti. girandoli una sola volta. Toglieteli dal tegame, sistemateli su un piatto con il loro sughetto e serviteli caldi.













Risotto con la zucca e misto funghi

Il risotto di zucca e funghi è un primo gustoso e sostanzioso adatto specialmente alle stagioni invernali dove è più semplice reperire la zucca e dei buoni funghi. Il risotto è stato mantecato con dell’abbondante e saporito pecorino stagionato che, oltre a legare meglio tutti gli ingredienti, dona al piatto una cremosità ed un sapore particolare. Il risotto zucca e funghi è una ricetta sfiziosa che soddisferà i gusti di tutti i vostri ospiti. Servitelo con un bel vino rosso corposo.



Ingredienti per  4 persone:

320 gr di riso
200 gr di polpa di zucca
200
1 porro
½  bicchiere di vino bianco
Brodo q.b.
Sale
Pepe nero
Olio E.V.O.
40 gr. Di parmigiano-reggiano
60 gr di burro




Procedimento:

Eliminare la scorza e i semi della zucca e tagliare la polpa a dadini piccoli quindi farla cuocere a vapore.
Tagliare a listarelle il porro nel senso della lunghezza e quindi a pezzettini. riscaldare in una casseruola l’olio e rosolare il porro fino a farlo diventare trasparente.
Aggiungete il riso e fate tostare leggermente, sfumate con il vino bianco a fiamma vivace, aggiungete la zucca dopo aver schiacciato la polpa con una forchetta.
Aggiungete i funghi, quindi  portate a cottura mescolando e aggiungendo il brodo, poco alla volta, fino a completa cottura del riso.
A fine cottura aggiungete il sale, una spolverata di pepe nero, mantecate con il burro, aggiungete il parmigiano-reggiano grattugiato e servite.

Vino consigliato: Freisa



lunedì 19 gennaio 2015

Cavoletti di bruxelles gratinati al forno




I cavoletti di Bruxelles gratinati al forno con Emmenthal sono un contorno invernale gustoso e ricco. Il formaggio emmenthal attenua il sapore intenso e tipico dei cavoletti e gli dona un profumo dolce e intenso nello stesso momento.
Un contorno che rende invitante anche queste verdure che sono meno apprezzate, ma che sono comunque importanti per la nostra dieta.
Una ricetta velocissima e pratica, ma di sicuro successo che gli da un tocco in più ed esalta il loro gusto.






Ingredienti:

400 gr di cavolini di Bruxelles
120 gr di formaggio Emmenthal
1 porro
1/2 bicchiere di brodo
sale
olio E.V.O.





Procedimento:

Pulite i cavoletti e fateli lessare in abbondante acqua, leggermente salata, per circa 8' minuti, quindi scolateli.
In una padella versate alcuni cucchiai di olio E.V.O. quindi  fate rosolare il porro tritato grossolanamente, unite i cavoletti e fateli saltare, infine aggiungete 1/2 bicchiere di brodo, lasciate sul fuoco per 2-3 minuti.
Imburrate una pirofila che possa contenere i cavoletti in un solo strato e versateveli con il loro fondo di cottura. Salateli leggermente, cospargeteli con il formaggio emmenthal a listarelle e infiocchettateli di burro. 
Passateli al forno a 180 gradi per circa 15' minuti, finchè non saranno ben gratinati e serviteli ben caldi.

martedì 13 gennaio 2015

crostata di marmellata e noci


Primo dolce del 2015, per festeggiare  tante cose...
In cima alla lista Sant'Ilario il patrono di Parma, la mia città, anche se adesso vivo in provincia di Reggio Emilia,  per festeggiare l'arrivo della mia macchina nuova!!!!
E' la prima in assoluto, tutta nuova, finora ho sempre utilizzato automobili usate e anche se devo dire che mi sono trovata sempre benissimo ho deciso di comprarla nuova...
L'ultima novità è che  esattamente fra quattro mesi lascerò il lavoro e andrò come si suol dire in pensione!!!!
Quindi vita nuova, chissà come sarà, grosso punto interrogativo!
Ho preparato quindi questa crostata semplicissima, chiaramente utilizzando ancora una volta le noci,
Ho cercato nel vecchio quaderno delle crostate e ho trovato questa impareggiabile crostata che ho preparato e pensando di festeggiare anche con voi, ve la propongo...

Ingredienti per la frolla:
250 gr. farina
150 gr. burro morbido
100 gr. zucchero
1 uovo + 1 tuorlo
1 cucchiaino di Lievito
1/2 cucchiaino di vaniglia in polvere
1 pizzico di sale
300 gr. marmellata di albicocche
gherigli di noce q.b.




Procedimento:
Preparare la frolla lavorando dapprima il burro con lo zucchero aggiungere le uova, la vaniglia, il lievito e poi pian piano incorporare la farina e il pizzico di sale. Lavorare poco l'impasto, avvolgere nella pellicola trasparente e conservare in frigorifero per circa 30 minuti.
Togliere dal frigo la frolla, stendere tutto l'impasto nella teglia per crostate, quindi cospargere di marmellata e ricoprire con le noci leggermente sbriciolate tutta la superficie della crostata.
Infornare in forno caldo a 160° per circa 40 minuti, o almeno fino a doratura della crostata.

sabato 10 gennaio 2015

sformato di fettuccine con camembert e noci


 

Noci e arance sono per me l’emblema dell’inverno, uno dona un tocco di vivacità e l’altro dona la freschezza e contribuiscono entrambi a colorare il freddo di questa stagione.
Ultimamente ne ho usato un po’ ovunque, oggi ho messo le noci in questo delicato, ma sostanzioso sformato che ho preparato, è una preparazione semplice ed economica che accontenterà anche i gusti più difficili!
In rete si trovano tantissime ricette di questo sformato in particolare con il brie, io ho scelto il camembert, in quanto stazionava in frigorifero già da un po’ ed era ormai tempo che venisse utilizzato!
Le fettuccine rigorosamente fatte in casa hanno dato un tocco in più a questo sformato appetitoso e squisito…




Ingredienti:
250 gr.di fettuccine all'uovo
3 uova
150 gr. di camembert
1 porro
50 gr.di gherigli di noce
50 gr.di parmigiano
30 gr.di burro
pangrattato

sale e pepe






per la besciamella :
30 gr.di farina
30 gr.di burro
300 ml. di latte
noce moscata
sale





Procedimento:

Preparare la besciamella fondendo il burro in una casseruola, una volta fuso, unire la farina e mescolare con una frusta, non appena il composto risulterà dorato, unire il latte leggermente intiepidito e mescolare bene per evitare la formazione di grumi, aggiungere una presa di noce moscata e mescolare fino ad ottenere una besciamella di buona consistenza. 
In un'altra padellina soffriggere il porro affettato con 10 gr.di burro. Dividere i tuorli dagli albumi e montare a neve questi ultimi con un pizzico di sale, unire i tuorli alla besciamella.
Lessare le fettuccine, scolarle leggermente al dente e trasferirle in una contenitore capiente; unire il porro, i gherigli di noce tritati, 30 gr .di parmigiano e il pepe; condire con la besciamella. Incorporare alla pasta gli albumi montati e il camembert a dadini, mescolando delicatamente. Imburrare una teglia da forno e cospargerla di pangrattato e trasferirvi le fettuccine, sulla cui superficie distribuirete il resto del parmigiano insieme a qualche fiocco di burro. Infornare per 25 minuti a 180°. Controllate lo sformato infilando uno stecchino nel centro che dovrà uscirne leggermente umido.

mercoledì 7 gennaio 2015

Finocchi con formaggi e noci


Ho sempre qualche difficoltà a cucinare i finocchi, sono come le zucchine, le compro sempre, ma alla fine non so mai come cucinarle....
Anche perché a parte lessate o cucinate al burro o al forno con besciamella non è che si prestino più di tanto.
In questi giorni ho trovato un abbinamento un po' diverso dal solito... noci e fontina, la preparazione è semplice e il risultato è buono, i finocchi sono croccanti e ben si abbinano come gusto sia con le noci che con la fontina, alla fine è risultato un piatto ricco e gradevole al palato insomma per farla breve tutti sono rimasti soddisfatti....




Ingredienti:
4 finocchi grossi
12 gherigli di noci
100 gr di fontina
20 gr di pecorino
50 gr di parmigiano - reggiano grattugiato
una piccola manciata di pane grattato
noce moscata
30 gr di burro
sale e pepe




Procedimento:

Mondate i finocchi, lavateli, tagliateli a spicchi e fateli lessare in acqua salata per 15 minuti. A fine cottura, sgocciolateli e asciugateli  con carta da cucina.



Disponete i finocchi in una pirofila imburrata, tagliate la fontina a dadini e tritate i gherigli di noce, quindi distribuite uniformemente sui finocchi la fontina a dadini,  il pecorino grattugiato,  il trito di noci, una grattata di noce moscata, e il pane grattato, completate insaporendo con un pizzico di sale e una macinata di pepe.
Completate cospargendo la preparazione con dei fiocchetti di burro.
Cuocete i finocchi nel forno preriscaldato a 180 gradi per circa 15 minuti, finchè saranno gratinati e si sarà formato un crosticina dorata.
Prima di togliere definitivamente la teglia dal forno cospargete con parmigiano reggiano grattugiato, lasciate fondere alcuni minuti e servite subito.



giovedì 1 gennaio 2015

Arrosto di lonza alle arance



Voglio lasciarvi la ricetta di questo arrosto che è stato preparato recentemente, ma che non ero riuscita ad apprezzare!!!

Era stato preparato da mio marito e da mia figlia mentre ero ammalata, per cui non ero riuscita a sentire ne il profumi tantomeno il gusto, ma avevo notato che era stata una scelta indovinata, quindi perché non riprovarla subito e sentire com’è?

Buonissimo….La carne morbida e appetitosa, accompagnata da un intenso profumo di arance che sovrasta leggermente il profumo della carne, un’alternativa al classico arrosto e adatto a questi periodo festaioli!!!!

Un secondo piatto raffinato ed elegante, per viziare un po’ i nostri ospiti in questi giorni di festa!!!








Ingredienti:

1 kg. di lonza
il succo di circa 3 arance 
60 gr di burro
4 cucchiai di olio
1/2 bicchiere di brandy
la buccia grattugiata di 1 arancia biologica
 rametti di timo
1 spicchio di aglio
sale q.b.
pepe q.b.




Procedimento:


Massaggiate il pezzo di lonza con  sale e pepe.
In una casseruola fate fondere il burro e l'olio, quindi fatevi rosolare la carne a fiamma viva in modo da sigillare e non permettere ai succhi della carne di fuoriuscire.
Trasferite il pezzo di carne in una casseruola che possa andare in forno, unite il succo delle arance, la buccia grattugiata di un'arancia, il timo, uno spicchio di aglio schiacciato e trasferite in forno statico 180 gradi, aggiungete il brandy e se volete anche qualche spicchio di un'arancia privato della sua pellicina per circa un'ora e trenta minuti.
Rigirate la lonza e bagnatela spesso con il suo succo di cottura.
Una volta portata a cottura la lonza, tagliatela e fette e trasferitela sul piatto da portata, quindi bagnatela con il liquido di cottura rimasto
Se volete una salsa più densa, trasferite il liquido dopo averlo filtrato in una casseruolina, e fatelo restringere, a fuoco basso, con un cucchiaino di maizena e distribuitelo sulle fette di lonza.











Flora vi augura un 
felice e sereno 2015!!!!!!