sabato 6 ottobre 2012

torta di pere



La torta che non siamo riusciti a mangiare…





Mi era sta richiesta più volte, ma avevo sempre tergiversato senza sapere neanch’io il perché.
Poi ieri mi sono decisa, avevo acquistato tutti gli ingredienti e l’avevo preparata.
E’ una torta che rimane molto morbida all’interno quasi cremosa, una di quelle torte che si scioglie in bocca.
Avevo avvertito che l’avremmo mangiata a colazione, domenica per cui “guai a chi la tocca” ho ripetuto diverse volte, ma qualcuno ha voluto fare il furbo, ha afferrato il piatto della torta per fuggire e…. e il piatto è finito in terra! Difficilmente io perdo la pazienza! Ieri però…
Immaginate voi  quello che è successo dopo!
Vi lascio ugualmente la ricetta perché è una torta che merita, la marmellata che ho utilizzato  è quella che avevo preparato qualche tempo fa.

Ingredienti:

40 gr di farina bianca
4 pere (ho usato le William)
40 gr di farina integrale
2 uova
1 bustina di lievito “pane degli angeli”
Il succo di ½ limone
80 gr di zucchero
1 dl di latte
Sale
Zucchero a velo
Marmellata di pere 



Lavare le pere sbucciarle tagliarle a fettine sottili, metterle in una ciotola, irrorarle con il succo di limone, cospargerle di zucchero e mescolare il composto.

In un’altra ciotola lavorare i tuorli con la farina bianca e la farina integrale, unire il lievito, versare a filo il latte e incorporarlo mescolando fino ad ottenere una pastella morbida.

A parte montare a neve gli albumi con un pizzico di sale e incorporarle delicatamente alla pastella, versare il tutto nella ciotola contenente le pere e mescolare delicatamente il composto.

Trasferire il composto in una tortiera rivestita con carta forno, e infornate a forno già caldo a 180 gradi, per 50 minuti, (dopo i primi 40 minuti ho abbassato il forno a 170).

Trasferire la torta, una volta raffreddata in un piatto da portata, cospargere con un velo di marmellata di pere, eventualmente diluita con qualche cucchiaio di vino bianco e spolverizzare con zucchero a velo.

12 commenti:

  1. Buonaaaaaaaaaa! però peccato sia finita in terra..c'entra qualcuno a 4 zampe???!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, non è stata Lilly !!!
      Qualcuno voleva fuggire con la torta! A sua volta inseguito da un furbetto a due zampe, morale ê finito tutto in terra con il piatto di porcellana in mille briciole...
      Peccato!!
      Sará per la prossima volta

      Elimina
  2. che golosa, ricca e rustica come piace a me!
    felice domenica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Peccato non essere riusciti a mangiarla!

      Elimina
  3. deve essere fantastica!ma hai usato uno stampo piccolino?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho usato uno stampo diametro 27.
      A presto!

      Elimina
  4. Peccato sia finita in terra perché credo che è deliziosa! Assolutamente da provare!
    Buon lunedì!
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so per cosa mi dispiace di più, per la torta che mi sembrava molto buona o per il piatto che sicuramente non riuscirò piû a ritrovare, in tutti i modi sono un pò triste!

      Elimina
  5. Adoro le torte che si sciolgono in bocca! Una TRAGEDIA che non abbiate potuto mangiarla, è proprio necessario che tu la rifaccia!

    RispondiElimina
  6. che bella questa torta, mi dispiace che sia caduta ma ti rifarai vedrai e sarà ancora piu bella, ciao!

    RispondiElimina
  7. Certo che la rifarò, questa torta mi ricorda un pò l'autunno, e il momento è proprio adesso!

    RispondiElimina